Eventi
Tempo Libero

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (28 - 29 gennaio 2023)

Una selezione di appuntamenti imperdibili per il prossimo fine settimana dell'anno

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (28 - 29 gennaio 2023)
Eventi Torino, 25 Gennaio 2023 ore 11:01

Gli appuntamenti imperdibili per il prossimo fine settimana a Torino e provincia: i nostri consigli per sabato 28 e domenica 29 gennaio 2023.

Cosa fare a Torino: gli eventi del weekend (28-29 gennaio 2023)

TORINO. Orsi Polari

  • Domenica 29 gennaio 2023 - Ritrovo ore 8.45 - Corso Moncalieri

Cimento invernale di nuoto con tuffo nel Po. Iscrizione 10€ Info +39 338 531 3045 Rarinantestorino.com oppure cimento.it/calendariocimenti/

TORINO. Lisetta Carmi. Suonare Forte

  • Fino al 12 febbraio 2023 - Gallerie d'Italia di Torino

Mostra monografica dedicata a Lisetta Carmi, una delle personalità più interessanti del panorama fotografico italiano. Curatela di Giovanni Battista Martini, curatore dell'archivio della fotografa. Info: gallerieditalia.com

TORINO. Gelicidio

  • Sabato 28 (Ore 19.30 e ore  21.30) e 29 gennaio 2023 (Ore 18.30 e ore 20) - Casa Fools - Teatro Vanchiglia

Eugenio Rodondi in concerto. Regia: Luigi Orfeo. Musicisti: Bevacqua Federico, Campanella Vittorio, Fusco Andrea, Moroni Spidalieri Francesco, Provenzano Giulia.. Spettacolo prodotto da DEWREC in collaborazione con Casa Fools.

Eugenio Rodondi porta il suo ultimo album “Gelicidio” a Casa Fools.

Un viaggio tra il silenzio e la confusione, dove tutte le certezze personali crollano come le pareti della casa. Un percorso metaforico che guida il pubblico verso valutazioni introspettive e psicologiche, accompagnato dal linguaggio degli eventi metereologici e della loro imprevedibilità, atmosfera caratterizza l’ultimo lavoro del cantautore torinese.

“Cinque musicisti, un cantautore e un teatro come rifugio.
Fuori, una tormenta che non si placa da mesi.”

Info: casafools.it

TORINO. The World of Banksy a Torino

  • Fino al 30 aprile 2023 - Torino Porta Nuova

L’arte di Banksy conquista la stazione di Torino Porta Nuova con la nuova mostra The World of Banksy – The Immersive Experience. Banksy, artista di graffiti britannico, è considerato uno dei maggiori esponenti della street art. Le sue opere, eccentriche e incisive, danno modo di riflettere sul sistema e sulla società in cui viviamo e sono un simbolo di lotta e di protesta in un mondo in cui spesso gli interessi economici prevalgono su quello che dovrebbe essere il bene delle collettività.

La mostra si svolge presso la stazione di Porta Nuova (nella Sala degli Stemmi, ingresso centrale) con un nuovo allestimento che presenta più di 30 nuove opere mai esposte prima, tra cui "Ozone Angel", "Steve Jobs", "Napoleon" e "Waiting In Vain".

Biglietti: In vendita online su TicketOne e su HappyTicket. Dal martedì al venerdì 14,50 euro, ridotto da 7 euro a 10 euro. Minori di 6 anni ingresso gratuito. Fine settimana e festivi: 16,50 euro, ridotto da 8 euro a 12 euro. Minori di 6 anni ingresso gratuito. Orari: da Martedì a Venerdì: dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 18); Sabato e Domenica: dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 18); Chiuso il Lunedì. Info: www.theworldofbanksy.it

TORINO. David Bowie | Steve Schapiro: America. Sogni. Diritti

  • Fino al 26 febbraio 2023 - Archivio di Stato di Torino, Piazza Castello 209 - Piazzetta Mollino

La mostra racconta il momento clou della carriera di David Bowie attraverso gli scatti del leggendario fotografo americano Steve Schapiro. L’esposizione rappresenta un’anteprima nazionale e si compone di 70 scatti che partendo dal lavoro di Schapiro con David Bowie portano il visitatore a scoprire anche il suo lavoro di fotoreporter e fotografo di scena.

Schapiro, nato a Brooklyn nel 1934, è già considerato uno dei maggiori fotografi dell’epoca e ha testimoniato con la sua macchina fotografica i momenti salienti della società americana della seconda metà del XX secolo. Maggiori info: archiviodistatotorino.beniculturali.it

TORINO. Rembrandt incontra Rembrandt - Dialoghi in galleria

  • Fino al 16 aprile 2023 - Musei Reali

La mostra può contare sul prestito di un capolavoro di Rembrandt raffigurante La cena in Emmaus conservato presso il Musée Jacquemart-André di Parigi, grazie alla consueta policy di scambio dei Musei Reali con importanti istituzioni italiane ed europee. É l’occasione per mettere a confronto il dipinto francese con il Ritratto di vecchio dormiente della Galleria Sabauda, uno dei rarissimi quadri del maestro olandese presenti nelle collezioni nazionali italiane. Maggiori info: museireali.beniculturali.it

TORINO. Il dono di Thot

  • Fino al 7 settembre 2023 - Museo Egizio

Nell'anno del bicentenario della decifrazione dei geroglifici, il Museo Egizio inaugura una mostra dedicata interamente alle scritture e alle lingue della civiltà egizia. Dal geroglifico al copto, dallo ieratico al demotico: “Il dono di Thot: leggere l’antico Egitto” ripercorre l’evoluzione delle scritture e la varietà dei supporti su cui si scriveva, aprendo una finestra sull’ambiente, il pensiero e la società dell’antico Egitto.

TORINO. Margherita di Savoia, Regina d'Italia

  • Fino al 30 gennaio 2023 - Palazzo Madama, Museo Civico d'Arte Antica

Margherita di Savoia (Torino 1851 - Bordighera 1926) è figlia di Ferdinando di Savoia duca di Genova.
Sposa a sedici anni l’erede della corona, suo cugino Umberto, e sale sul trono il 9 gennaio 1878. La mostra a lei dedicata, con oltre settanta opere d’arte fra ritratti, dipinti, sculture, abiti e gioielli, strumenti musicali, manoscritti, tappezzerie e mobili, racconta la Regina d’Italia in rapporto al suo tempo e al suo popolo, il suo essere madre, icona di stile, promotrice dell’arte e della cultura, benefattrice pietosa, donna interessata al nuovo e alla modernità.

TORINO. Focus on Future, 14 fotografi per l'agenda Onu 2030 

  • Fino al 19 febbraio 2023 - Musei Reali

La mostra “Focus on Future. 14 fotografi per l’Agenda ONU 2030” illustra i valori dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, in un inedito viaggio fotografico dedicato alle situazioni di fragilità del nostro pianeta.

200 scatti di Alessandro Albert, Dario Bosio, Fabio Bucciarelli, Francesca Cirilli, Alessandro De Bellis, Pino Dell’Aquila, Nicole Depaoli, Luca Farinet, Luigi Gariglio, Antonio La Grotta, Matteo Montenero, Vittorio Mortarotti, Enzo Obiso, Paolo Verzone.

TORINO. Frida Kahlo, Il Caos Dentro

  • Fino al 26 febbraio 2023 - Museo Storico Nazionale dell'Artiglieria

Negli spazi del suggestivo Mastio della Cittadella  la mostra Frida Kahlo - Il caos dentro, un percorso sensoriale altamente tecnologico e spettacolare che immerge il visitatore nella vita della grande artista messicana, esplorandone la dimensione artistica, umana, spirituale.

La mostra rappresenta una occasione unica per entrare negli ambienti dove la pittrice visse, per capire, attraverso i suoi scritti e la riproduzione delle sue opere, la sua poetica e il fondamentale rapporto con Diego Rivera, per vivere, attraverso i suoi abiti e i suoi oggetti, la sua quotidianità e gli elementi della cultura popolare tanto cari all’artista.

TORINO. Robert Doisneau

  • Fino al 14 febbraio 2023 - CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia

CAMERA propone la grande retrospettiva sul maestro francese Robert Doisneau, uno dei più importanti fotografi del Novecento, attraverso oltre 130 immagini provenienti della collezione dell’Atelier Robert Doisneau.

A partire da una delle fotografie più conosciute al mondo – lo scatto del bacio di una giovane coppia indifferente alla folla dei passanti e al traffico della place de l’Hôtel de Ville di Parigi – la mostra esplora l’opera di un celebre fotografo come Doisneau che, insieme a Henri Cartier-Bresson, è considerato uno dei padri fondatori della fotografia umanista francese e del fotogiornalismo di strada.

Con il suo obbiettivo, Doisneau ha catturato la vita quotidiana degli uomini, delle donne, dei bambini di Parigi e la sua banlieue, con tutte le emozioni dei gesti e delle situazioni in cui sono impegnati.

TORINO. Buddha10

  • Fino al 3 settembre 2023 - MAO Museo d'Arte Orientale, Via San Domenico 9-11

Nelle sale dedicate alle esposizioni temporanee, in uno spazio essenziale ed evocativo, oltre venti grandi statue buddhiste in legno o pietra di epoche diverse (dal XII al XIX secolo) delle collezioni del MAO saranno accostate ad alcune sculture - provenienti dal Museo delle Civiltà di Roma, e a un importante prestito proveniente dal Museo d’Arte Orientale E. Chiossone di Genova.

Le opere saranno poste in dialogo o in contrasto fra loro, in un rapporto dialettico e diacronico che apre traiettorie di riflessioni su molte tematiche: comeil rapporto fra vero e falso, fra scienza e religione,  la capacità del restauro di rivelare e nascondere e molto altro.

Nella parte iniziale del percorso espositivo troverà invece spazio un progetto site specific realizzato dal botanico e studioso Stefano Mancuso destinato agli studi sul comportamento delle piante, insieme all’artista e designer Andrea Anastasio, un giardino di composizioni vegetali che ha lo scopo di accogliere il pubblico e purificare l’aria.

TORINO. Ottocento. Collezioni GAM dall'Unità d'Italia all'alba del Novecento

  •  Fino all'11 aprile 2023 - GAM Torino

La mostra presenta settantuno opere tra dipinti, pastelli, grandi disegni a carbone, sculture in marmo, delicati gessi e cere. Nel percorso sarà possibile ritrovare capolavori ben conosciuti come Dopo il duello di Antonio Mancini, L’edera di Tranquillo Cremona o Lo specchio della vita di Pellizza da Volpedo.

Otto sezioni tematiche accompagnano il visitatore lungo il percorso espositivo: Nascita di una collezione, Nuove sensibilità e ricerche, La pittura di paesaggio al Museo Civico, Dalla Scapigliatura al Divisionismo e Ricerche simboliste tra pittura e scultura. Ad arricchirlo sono tre spazi monografici dedicati ad Andrea Gastaldi, Antonio Fontanesi e Giacomo Grosso, che sottolineano la loro influenza sulla scena artistica torinese anche attraverso i significativi nuclei delle opere conservate alla GAM.

ALMESE. Sembra ma non soffro

  • Sabato 28 gennaio 2023 - ore 21 - Teatro Magnetto

Un atto unico di 50 minuti in cui l'estraneità e l'attesa non rappresentano antidoti al dolore, sono semmai una degenerazione della sofferenza, tanto che nulla sembrerebbe legare le due figure in scena al tema che le ha scaturite, nulla tranne essi stessi, posti su due inginocchiatoi ma con niente di cui pentirsi, né qualcuno a cui rivolgere una preghiera. Nello spazio tra le parole c'è altro. Il solito pensiero indicibile o forse qualcosa di più.

Lo spettacolo, secondo capitolo della “Trilogia dell’inesistente”, è composto da ingredienti di una comicità agra e urticante, da dialoghi sul grottesco, senza rispetto né per l’umano né per il sacro e capace di accendere i più riposti pensieri. Come figure incasellate nella striscia di un fumetto aspirano a un altrove e si dibattono come sbavature di un disegno nel recinto angusto della vignetta. Una danza delle parole, un susseguirsi serrato di battute che hanno la grande qualità di far pensare ridendo.

Biglietti: intero a 12 euro da ritirare presso la biglietteria del teatro a partire dalle ore 20:00 con prenotazione consigliata al numero 3348785494 o all’indirizzo rassegnacamaleontika@gmail.com. Biglietto ridotto speciale di 2 euro per i soci di Fabula Rasa e M.O.V. Moderne Officine Valsusa. I biglietti si possono acquistare anche online in https://ticketitalia.com/teatro/teatro-magnetto-almese-to

BURIASCO. La fama

  • Sabato 28 gennaio 2023 - ore 21.15 - Teatro Blu

Debutto assoluto del nuovo testo di Jacopo Zerbo che lo vedrà anche nella parte del protagonista, che prevedeva, inizialmente, Alice Corni; ora in regia. Conosciutisi durante i loro studi alla Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi di Milano, rappresentano una tra le migliori realtà del teatro torinese e non solo.  E' uno spettacolo ironico, forte, tagliente ,vero, crudo ma mai violento. Consigliabile ad un pubblico adulto. Info: teatroblu.info

CHIERI. Discovery Don Bosco

  • Domenica 29 gennaio 2023 - Dalle ore 15.30

Una visita teatrale guidata in occasione dei tradizionali festeggiamenti dedicati a San Giovanni Bosco nei luoghi più significativi della sua vita, che fanno parte del patrimonio storico-culturale della città di Chieri e che rimarranno aperti per tutto il pomeriggio di domenica 29 gennaio grazie ai volontari salesiani. Gli attori de “I Fabbricanti di Giocherie” proporranno un’esperienza innovativa e immersiva tra le strade e piazze del centro storico, narrando aneddoti e rievocando persone e personaggi importanti per la storia di Chieri. L’iniziativa è gratuita. È consigliata la prenotazione: 011/7934750 – 3406983636 oppure mail: Ifabbricantidigiocherie@gmail.com

STUPINIGI. Salvador Dalì - The Exhibition 

  • Fino al 19 febbraio 2023 - Palazzina di caccia

Salvador Dalì arriva per la prima volta a Torino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi dal 12 novembre 2022 al 19 febbraio 2023, con una mostra evento unica nel suo genere che vedrà esposte le opere più popolari, ma anche la scultura monumentale, le sculture museali in bronzo, i libri illustrati e gli oggetti in pasta di vetro dell'artista, per comprendere i diversi aspetti della sua produzione.

Dalí infatti non è stato solo un pittore, ma un artista poliedrico nel vero senso della parola. Indiscusso Maestro del Surrealismo, non si limitò mai alla mera produzione di quadri o di opere d’arte bidimensionali. La sua arte scaturiva da qualsiasi strumento avesse a disposizione.

Orari: Dal Martedì al Venerdì: 10 – 17.30; Sabato e Domenica: 10 – 18.30; Lunedì chiuso. Biglietti: A partire da 13 euro acquistabili in biglietteria o su Ticketone. Info: www.daliexhibition.it - Telefono: 3278334633 - Email: info@daliexhibition.it

VENARIA REALE. John Constable - Paesaggi dell'anima

  •  Fino al 5 febbraio 2023 - Reggia di Venaria

La Reggia di Venaria prosegue l’indagine avviata nel 2021 sul tema del paesaggio allargando lo sguardo in ambito europeo e propone per la prima volta in Italia una straordinaria mostra dedicata al celebre artista inglese John Constable (1776-1837) maestro che, insieme a Turner, è il massimo esponente della pittura romantica inglese.

John Constable è protagonista di una mostra che racconta e ripercorre cronologicamente tutta la vicenda artistica del celebre pittore attraverso le opere della Tate, UK. Il percorso espositivo è costituito da una sessantina di opere, che vanno dagli schizzi e dai dipinti di piccole dimensioni realizzati en plein air, in modo precocemente impressionista, per arrivare ai più importanti e vasti paesaggi romantici.

In mostra troviamo anche opere di artisti coevi di Constable, e in alcuni casi, concorrenti, come Turner, John Linnell, Benjamin West e altri il cui lavoro s’intreccia e confronta con quello di Constable. La mostra abbraccia l’intero arco cronologico della sua produzione e comprende paesaggi, disegni, acquerelli, incisioni e ritratti.

Info: lavenaria.it/it/mostre/constable

Leggi qui tutti gli eventi del fine settimana in Piemonte

Seguici sui nostri canali