Eventi
Tempo Libero

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (19 - 20 marzo 2022)

Una selezione di appuntamenti imperdibili per il terzo weekend del mese di marzo.

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (19 - 20 marzo 2022)
Eventi Torino, 17 Marzo 2022 ore 11:08

(Immagine di copertina: Dario David Adiletta, Incanti - Teatro Juvarra)

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Torino e provincia: i nostri consigli per sabato 19 e domenica 20 marzo 2022.

Cosa fare a Torino: gli eventi del weekend (19 - 20 marzo 2022)

TORINO. Festival d'Oriente

  • Sabato 19 e domenica 20 marzo - sabato 26 e domenica 27 marzo 2022 - Lingotto Fiere

Il Festival dell'Oriente, la più grande kermesse fieristica europea dedicata al mondo orientale è pronta a ripartire.

Sabato 19, domenica 20, sabato 26 e domenica 27 marzo dalle ore 10.30 alle ore 20.30 sarà un ritorno alla scoperta della magia dell'Oriente”.

Immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato con mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folklorisitici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali che si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari paesi in un continuo e avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni nei tre palchi della kermesse torinese.

Un evento in cui il pubblico da quest'anno, novità assoluta, potrà interagire e sperimentare gratuitamente, centinaia di attività gratuite: corsi, terapie tradizionali volte alla salute e al benessere presenti all'interno dei padiglioni dedicati alle terapie olistiche, alle discipline bionaturali, yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, chi kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale, e molte altre ancora tra cui workshops di danza, numerose cerimonie tradizionali, corsi e assaggi di gastronomia orientale.

Da quest'edizione sarà disponibile le prevendita online dei biglietti sul sito dell'evento: www.festivaldellorientetorino.it

TORINO. Musei Reali

  • Sabato 19 e domenica 20 marzo 2022

Ai Musei Reali un fine settimana ricco di appuntamenti che accolgono l’arrivo della primavera: tra mostre, laboratori e attività per famiglie e bambini.

Sabato 19 marzo alle ore 16 si terrà la visita speciale Sua maestà, il mio papà. Nel giorno della festa del papà, i Musei Reali invitano le famiglie per una visita a Palazzo Reale e all’Armeria. Scopriremo insieme i ritratti, le passioni e le persino le armi personali di un padre e un figlio molto speciali, re Carlo Alberto e suo figlio Vittorio Emanuele II, il primo re d’Italia. Giochi, quiz e disegni arricchiranno il percorso attraverso le splendide sale in cui i due sovrani vissero e governarono il loro regno. Il costo dell’attività è compreso nel biglietto di ingresso ai Musei Reali, gratuito fino a 18 anni. Per i familiari, tariffa d’ingresso speciale a € 10 (ingresso gratuito con Abbonamento Musei). Info e prenotazioni: 011 19560449 e info.torino@coopculture.it

Sempre sabato 19 marzo dalle ore 14 alle ore 18 si terrà il laboratorio Dalla pittura al segno. I partecipanti avranno l’occasione di osservare alcuni dipinti della collezione della Galleria Sabauda e riprodurli con la tecnica dell’acquerello monocromo e l’inchiostro di china. Particolare attenzione verrà data alla composizione e ai rapporti tra luci e ombre di alcune grandi opere, a partire da celebri capolavori di Guido Reni, del Guercino o di Bernardo Bellotto. Materiale occorrente: matita grafite HB, penne grafiche (es: penne fine liner con punta di diversa grandezza – 0.4, 0.5, 0.6) o inchiostro di china e pennini, acquerelli godet, carta da acquerello liscia 300 gr., 1 pennello da acquerello n° 12 o n° 14, nastro adesivo di carta. Costo dell’attività: € 60 oltre al biglietto di ingresso ai Musei Reali. Info e prenotazioni: 011 19560449 e info.torino@coopculture.it

Sabato 19 marzo alle ore 15.30 e domenica 20 marzo alle ore 11, invece, le guide e gli storici dell’arte di CoopCulture conducono la visita Benvenuto a Palazzo lungo le sale di rappresentanza del primo piano di Palazzo Reale e dell'Armeria, per scoprire o riscoprire la storia e la magnificenza della prima reggia d’Italia. Il costo della visita è di € 7, oltre al biglietto di ingresso ridotto ai Musei Reali (€ 13 ordinario, € 2 da 18 a 25 anni, gratuito under 18). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

È inoltre possibile prenotare una visita ai percorsi speciali dei Musei Reali:

Sabato 19 marzo alle ore 16 i visitatori possono ammirare in un itinerario unico gli appartamenti nuziali dei Principi di Piemonte e dei Duchi d’Aosta, situati al secondo piano di Palazzo Reale, allestiti tra il 1720 e il 1843. Grandi architetti come Juvarra, Alfieri e Palagi si alternarono a decorare le magnifiche sale in cui risaltano capolavori rococò, con mobili e boiseries di Piffetti, Gianotti e Stroppiana, soffitti e sovrapporte di De Mura e Beaumont, soffitti di Ayres e Bellosio e arredi di Gabriele Capello in stile Impero. Sarà possibile raggiungere anche le sale che ospitano tesori del Neoclassico in cui gli architetti Piacenza e Randoni, con gli ebanisti Bonzanigo e Bolgiè, approntarono ambienti in stile Luigi XVI di meravigliosa bellezza tra il 1788 e il 1789.

Domenica 20 marzoalle ore 16 un affascinante tour attraversa le sale del primo piano di Palazzo Reale che affacciano sul Giardino Ducale e che conservano intatte le originali decorazioni settecentesche, tra le quali spiccano le pitture di Francesco De Mura e Laurent Pécheux: un susseguirsi di ambienti tra i più sorprendenti della residenza, utilizzati negli anni del re Carlo Alberto come appartamenti per i Principi Forestieri in visita alla corte torinese.

Costo delle attività: € 20 (€ 13 per Abbonamento Musei). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

TORINO. Incanti

  • Domenica 20 marzo 2022 - Ore 17 e 21 - Teatro Juvarra

Arriva in anteprima nazionale al Teatro Juvarra di Torino Incanti, uno spettacolo che vede in scena cinque dei più bravi e giovani illusionisti italiani: il fantasista Dario Adiletta, il manipolatore Francesco Della Bona, il visionario Niccolò Fontana, il poetico Filiberto Selvi uniti da un sottile filo rosso svelato dal mentalista Andrea Rizzolini. Un viaggio di oltre settanta minuti nell’inesplorato mondo dell’incanto, magiche ed originali performance che interrogheranno sui sogni, sul rapporto che instaurano con le nostre vite e sul ruolo che essi hanno nel renderci ciò che siamo.

Biglietti: Intero 18 €; ridotto under 12 e soci Cadm:12 €. Prenotazione obbligatoria al numero 339.4998327 (dalle 10.00 alle 18.00). Ingresso da Via Filippo Juvarra, 13 Torino. Obbligo di mascherina ffp2 e green pass secondo la normativa vigente.

5 foto Sfoglia la gallery

TORINO. Vivian Maier Inedita

  • Fino al 28 giugno 2022 - Musei Reali

Dal 9 febbraio fino al 26 giugno, le Sale Chiablese ospitano l’esposizione Vivian Maier Inedita con oltre 250 scatti, tra cui molti inediti, video Super 8 e oggetti personali della fotografa americana. Curata da Anne Morin, la mostra presenta anche una sezione dedicata alle fotografie che Vivian Maier realizzò durante il suo viaggio in Italia, in particolare a Torino e Genova. Dopo una prima tappa al Musée du Luxembourg di Parigi, l’esposizione arriva in Italia e ha come obiettivo quello di raccontare aspetti sconosciuti o poco noti della misteriosa vicenda umana e artistica della fotografa. Vivian Maier Inedita è o-organizzata da diChroma e dalla Réunion des Musées Nationaux - Grand Palais, prodotta dalla Società Ares srl con i Musei Reali e il patrocinio del Comune di Torino e sostenuta da Women In Motion, un progetto ideato da Kering per valorizzare il talento delle donne in campo artistico e culturale. Info: www.museireali.beniculturali.it

2 foto Sfoglia la gallery

TORINO. Fattori. Capolavori e aperture sul '900

  • Fino al 20 marzo 2022 - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Via Magenta 31, Torino

La Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino ospita per la prima volta nei suoi spazi una grande retrospettiva dedicata all’opera di Giovanni Fattori (Livorno 1825 - Firenze 1908), uno dei maestri assoluti dell’Ottocento italiano che seppe interpretare in modo originale e innovativo tanto i temi delle grandi battaglie risorgimentali quanto i soggetti legati alla vita dei campi e al paesaggio rurale a cui seppe infondere, analogamente ai ritratti, nuova dignità e solennità.

Il percorso espositivo, che presenta oltre 60 capolavori dell’artista livornese, tra cui tele di grande formato, preziose tavolette e una selezione di acqueforti, si articola in nove sezioni e copre un ampio arco cronologico che dal 1854 giunge al 1894, dalla sperimentazione macchiaiola e da opere capitali degli anni Sessanta e Settanta fino alle tele dell’età matura, che ne rivelano lo sguardo acuto e innovatore, capace di aperture sull’imminente ’900. Info: 011.4429518; gam@fondazionetorinomusei.it

3 foto Sfoglia la gallery

TORINO. Abitare a Bellavista. Un Quartiere Olivetti

  • Fino al 21 marzo 2022 - Torino Urban Lab, piazza Palazzo di Città 8f

La mostra curata dall’Associazione Archivio Storico Olivetti con Torino Urban Lab documenta, attraverso il caso studio del quartiere Bellavista a Ivrea, l’abitare e l’uso degli spazi pubblici in un contesto eccezionale, in cui conservazione e valorizzazione del patrimonio architettonico e urbano olivettiano si coniugano con le esigenze e le dinamiche di una comunità di abitanti ormai diversa da quella per la quale il quartiere è stato realizzato tra anni ’50 e ’60. Un’occasione per mettere in luce buone pratiche, opportunità e questioni aperte, per portare all’attenzione del pubblico le sfide e le possibili soluzioni che la conservazione di un prezioso patrimonio costruito pone alla vita delle città contemporanee. Info: urbanlabtorino.it

NICHELINO, STUPINIGI. Abba Musical

  • Domenica 20 marzo - Ore 19 - Palazzina di Caccia

Gli ABBA a teatro: Chess e Mamma Mia per Musical a Corte nel Salone d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi.  Era inevitabile che gli ABBA entrassero nella galassia del musical per l’infallibilità delle loro melodie, la varietà negli arrangiamenti, l’ambivalenza delle atmosfere in bilico tra edonismo da discoteca e cupezza alla Ingmar Bergman. Anche la loro semplice liturgia, che alterna solista e duetti femminili a cori misti, si apre a molteplici possibilità teatrali. Nei primi anni ’80, appena divorziati da Agnetha e Frida, sia musicalmente e sia matrimonialmente, Benny e Björn hanno subito scritto Chess – o, meglio, varie incarnazioni di Chess, dato il libretto mai definitivo - insieme a Tim Rice reduce da Jesus Christ Superstar ed Evita. Visto il successo, sembrava sarebbe stato il primo di una lunga serie di nuove partiture teatrali, e invece la coppia ha scritto solo un altro musical in svedese: Kristina. Il loro vecchio catalogo però ha generato il juke-box musical più popolare al mondo, Mamma Mia, che si è sdoppiato anche in due film dal cast stellare e dal box-office miliardario. ABBA Musical celebra in acustico proprio il catalogo degli ABBA.

INFO E BIGLIETTI: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Piazza principe Amedeo 7, Stupinigi - Nichelino. Biglietti: 25 euro. Info e prenotazioni: 011.6279789 biglietteria@teatrosuperga.it - www.teatrosuperga.it

NICHELINO, STUPINIGI. Onde Sonore

  • Domenica 20 marzo 2022 - Ore 15.45 - Palazzina di Caccia

Natura e animali nell’arte e nella musica alla Palazzina di Caccia di Stupinigi con il Teatro Regio di Torino. Stupinigi è il palazzo del re immerso nella natura. Tanti sono gli animali delle sue decorazioni: cervi, cani, cavalli, scimmiette e uccelli dai piumaggi variopinti. Seguirne le orme condurrà alla comprensione di altre tracce, questa volta sonore, per un viaggio nel mondo della musica classica e nell’opera d’arte. Dalla chanson rinascimentale, alla sinfonia Pastorale di Beethoven, al Carnevale degli animali di Sanit-Saëns, la musica trae da sempre ispirazione dalla natura e dai suoi suoni. Orme Sonore vuole proprio essere un viaggio alla scoperta delle suggestioni della natura trasformate in musica.

La visita nasce in collaborazione con il Teatro Regio di Torino e rientra nel programma di appuntamenti family friendly “FAMU - Famiglie al Museo” della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

INFO: Prezzo attività visita guidata Orme Sonore: 5 euro. Biglietto: intero 12 euro, ridotto 8 euro. Gratuito minori di 6 anni, possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Royal Card. www.ordinemauriziano.it. Prenotazione obbligatoria per la visita guidata (entro venerdì): 011 6200634

2 foto Sfoglia la gallery

NICHELINO, STUPINIGI. Steve McCurry - Animals 

  • Fino all'1 maggio 2022 - Palazzina di Caccia

Il maestro dell’uso del colore, dell’empatia e dell’umanità, volge lo sguardo ai nostri compagni di viaggio più fedeli. Nasce così “ANIMALS”. La mostra arriva per la prima volta in Piemonte, presso le antiche cucine della Palazzina di Caccia di Stupinigi. In mostra gli animali saranno protagonisti di sessanta scatti iconici, che racconteranno al visitatore le mille storie di una vita quotidiana dove uomo e animale sono legati indissolubilmente. Orari mostra: Martedì – Venerdì 10.00 – 17.30; Sabato – Domenica 10.00 – 18.30; Lunedì CHIUSO. Biglietti: www.mostramccurry.com

VENARIA REALE. Igloo di Mario Merz

  • Fino al 30 marzo 2022 - Reggia di Venaria

Nel periodo in cui Torino celebra l’arte contemporanea, la Venaria Reale desidera valorizzare e arricchire la propria collezione di arte contemporanea ospitando, presso i resti archeologici della Fontana del Cervo nella Corte d’Onore, un Igloo (1998) di Mario Merz.
L’opera, realizzata per il Parco di Museu Serralves di Porto, si lega fortemente all’ambiente naturale e a quello dei Giardini della Reggia, attraverso l’impiego delle fascine, e in particolare al contesto della Fontana del Cervo, con la presenza maestosa di un cervo sulla sommità della struttura, sul cui fianco è attaccato un numero di Fibonacci di neon.

VINOVO. Domenico della Rovere

  • Dal 19 marzo al 12 giugno 2022 - Castello di Vinovo

Nella storia dell’arte italiana il Rinascimento ha un protagonista assoluto nel cardinale Domenico Della Rovere, esponente di spicco di una potente famiglia aristocratica il cui castello, a Vinovo, è una delle più importanti testimonianze della stagione post medioevale in cui l’Italia guidò il rifiorire dell’arte, della letteratura, della scienza e della filosofia. Il maniero dei Della Rovere è il protagonista della mostra curata dallo storico Ilario Manfredini, che sarà aperta al pubblico da sabato 19 marzo a domenica 12 giugno.

L’esposizione, patrocinata dalla Regione Piemonte, dalla Città Metropolitana di Torino, dalla Città di Torino e dall’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, proporrà una ricostruzione della straordinaria stagione artistica promossa da Domenico Della Rovere e dalla sua famiglia in Piemonte e in altre regioni.

Nelle stanze del castello di Vinovo si potranno ammirare miniature, pitture, documenti e riproduzioni provenienti da vari musei e biblioteche, che segneranno con una puntuale ricostruzione scientifica e filologica la visita agli ambienti del complesso architettonico che è una delle realizzazioni più significative nel panorama artistico del Quattrocento piemontese e che deve il suo splendore e il suo valore storico proprio a Domenico Della Rovere.

5 foto Sfoglia la gallery

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter