TORINO

Universiadi: giochi a rischio. Entro il 30 luglio il Governo deve garantire coperture finanziarie

“Torino città sportiva e universitaria con una forte attenzione e appeal per i giovani".

Universiadi: giochi a rischio. Entro il 30 luglio il Governo deve garantire coperture finanziarie
Sport Torino, 22 Luglio 2021 ore 16:24

Tutto il Piemonte, fin dall’inizio, ha deciso di credere nell’idea di ospitare sul proprio territorio le Universiadi invernali del 2025.

Universiadi: giochi a rischio

Le istituzioni, come Regione e Comune, gli atenei, le organizzazioni sportive, tutte unite dall’idea di realizzare un grande evento di sport capace di portare sul territorio importanti ricadute per gli studenti.

“Torino città sportiva e universitaria con una forte attenzione e appeal per i giovani. La Regione Piemonte crede molto nei valori dello sport e della gioventù e la splendida notizia che le Universiadi invernali si terranno a Torino e nel nostro territorio dà valore al nostro impegno per valorizzarli al massimo” - commenta così l’Assessore al Bilancio Andrea Tronzano la notizia della designazione del FISU che ha ufficializzato Torino quale sede di questo importante evento. A Bilancio abbiamo inserito la somma di 5 milioni dedicata proprio alle Universiadi per arrivare pronti al 2025".

Dalla Regione Piemonte fanno sapere:

"Come comitato promotore, abbiamo fatto un ennesimo passo avanti approvando il nostro statuto. I nostri sforzi, però, devono fare i conti con le sempre più strette tempistiche che ci separano dal completamento dell’iter di assegnazione di questo evento. La nostra preoccupazione, in questo caso, è legata alla necessità di ottenere dal Governo delle garanzie chiare e definitive relative alla copertura finanziaria per concretizzare quello che al momento, senza un apporto economico certo, rischia di essere un meraviglioso progetto destinato a rimanere sulla carta. E in più, oltre a questo, un progetto in cui tutte le realtà promotrici hanno investito tempo e impegnato risorse economiche".

Le coperture finanziarie

È il 30 luglio la data che separa l’arrivo delle Universiadi in Piemonte dal rischio di perderle. È entro questa data, infatti, che il comitato ha necessità di vedersi concretizzare la copertura finanziaria necessaria per proseguire con i lavori e che serviranno per realizzare le residenze universitarie, futuro lascito dei giochi al territorio.

Sempre dalla Regione Piemonte ribadiscono:

"Siamo fiduciosi che il Governo manterrà le promesse che ci hanno accompagnato in questi anni ma il nostro ruolo, ora, ci impone di palesare queste preoccupazioni relative a un tema che non può più essere rimandato. Se la copertura finanziaria non ci sarà, la nostra regione perderà una grande occasione di rilancio e le responsabilità non potranno essere addebitate a questo comitato".