Mordono davvero

Tartarughe azzannatrici in Liguria: ecco perché bisogna stare molto attenti

Il suo morso veloce e potente può arrivare a tranciare di netto il dito di un uomo.

Tartarughe azzannatrici in Liguria: ecco perché bisogna stare molto attenti
30 Giugno 2020 ore 07:00

Non è la prima volta che qualche cittadino si imbatte in una tartaruga azzannatrice e ne segnala alle autorità competenti la presenza. L’ultimo caso, in ordine di tempo, si è verificato pochi giorni fa nell’entroterra di Imperia, in Liguria. Cosa ci fanno questi animali in libertà e, soprattutto, sono davvero pericolosi?

Tartarughe azzannatrici in Liguria

Tre tartarughe, inserite nell’elenco dei rettili che costituiscono pericolo per la salute e l’incolumità pubblica, sono state catturate dai Carabinieri forestali di Pontedassio, nel laghetto di Lucinasco.

Il laghetto di Lucinasco

La prima di queste – considerata “azzannatrice” – è stata avvistata giovedì scorso da tre ragazzi del paese, che si trovavano sulle sponde dello specchio acqueo, di fronte alla chiesa di Santo Stefano. Sono stati i giovani ad avvisare i carabinieri forestali. Nei giorni seguenti, nello stesso laghetto, i militari hanno catturato un altro rettile della stessa specie e una tartaruga “alligatore”, comune negli Stati Uniti sud orientali, che può raggiungere il peso di un quintale e il metro e mezzo di lunghezza.

Cosa ci facevano in giro?

Questi rettili – originari del Nord America – sono molto legati alla vita acquatica e raggiungono la riva solo per la deposizione delle uova, ciò spiega il motivo per il quale spesso i ritrovamenti avvengono in prossimità di specchi d’acqua. In Italia ne è vietata la detenzione e la vendita perché ritenuta specie pericolosa; è inclusa, ai sensi del REG UE 1143/2014, nell’elenco delle “specie aliene” ritenute dannose per la fauna autoctona. Accertamenti sono in corso per risalire ai proprietari dei tre rettili che rischiano l’accusa di detenzione di specie pericolose e abbandono di animali. Viste le ottime condizioni di salute delle tre tartarughe, non si esclude che siano state rilasciate di recente in natura.

Morso pericoloso

Non lasciatevi ingannare dalla proverbiale lentezza di questi rettili, il morso della tartaruga azzannatrice può essere molto pericoloso. A differenza delle più miti cugine, la tartaruga azzannatrice – quando si sente minacciata – non lesina attacchi. Il suo morso veloce e potente può arrivare a tranciare di netto il dito di un uomo. Nel caso vi capitaste di imbattervi in questo genere di animale tenete rigorosamente le distanze e contattate le autorità.

 

 

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità