Vicenda raccapricciante

Deve traslocare e pensa di disfarsi dei suoi due cani: ne trovano uno morto

Provvidenziale, per salvare il secondo cane trovato stordito dai tranquillanti, l'intervento della Polizia locale, insospettita da una telefonata.

22 Gennaio 2021 ore 10:49

“Devo traslocare, posso lasciarvi i miei due cani?“.

Questa, in sintesi, la domanda che si sono sentiti porre al Comando di Polizia di Villanova d’Asti, nell’Astigiano, da un residente alla vigilia della sua partenza. Gli agenti hanno spiegato all’uomo che il Comune può avviare al canile convenzionato solo i cani randagi che vagano sul territorio.

Insospettiti dalla chiamata, il giorno successivo, alcuni poliziotti della Locale si sono recati all’indirizzo dell’uomo in procinto di trasferirsi, convinti di trovare le due bestiole abbandonate.

Purtroppo la scoperta è stata peggiore: uno dei due cani è stato trovato morto, avvelenato, mentre l’altro era agonizzante.

Deve traslocare: chiede al canile di prendersi i suoi cani

Dalla Nuova Provincia di Asti

Cos’è successo? L’indagine è stata portata avanti dal Comando della Polizia locale dopo la telefonata sospetta ricevuta venerdì scorso in cui un residente chiedeva, quasi pretendeva, che il Comune prendesse in carico i suoi due cani per affidarli al canile. Considerata la premura di disfarsi degli animali che trapelava dalle parole dell’uomo, la pattuglia, sabato mattina, ha deciso di recarsi nell’abitazione per verificare la situazione.

Un cane morto, l’altro agonizzante

Quando sono arrivati sul posto, un rottweiler era stato caricato in auto e presentava forti segni di stordimento e malessere. Visto che nella telefonata del giorno prima l’uomo aveva parlato di due cani, gli agenti gli hanno chiesto notizia del secondo e lui li ha portati in casa dove l’altro animale, un meticcio di grande taglia, era a terra immobile ricoperto da un asciugamano.

Il proprietario ha inizialmente asserito che l’animale stesse solo dormendo: quando è diventato impossibile negare che fosse morto ha cambiato versione, accusando ignoti di averglielo avvelenato.

Gli agenti hanno provveduto a sequestrare sia il cane deceduto che quello sofferente: il primo è stato affidato all’Istituto Zooprofilattico di Torino per l’esame autoptico che appuri le cause di morte, mentre il secondo è stato affidato all’Enpa, che lo ha portato in uno studio veterinario per le cure d’urgenza che hanno consentito un miglioramento delle sue condizioni.

Sedativi in casa

Nel corso della perquisizione della casa è stata rinvenuta una scatola di sedativi ad uso veterinario completamente vuota, sequestrata. L’ipotesi è quella che il proprietario, volendo disfarsi dei due cani, abbia somministrato loro un enorme dosaggio di calmanti, non si sa se per ucciderli o per un errore di dosaggio.

Il video del cane salvato dal canale

E dopo questa triste vicenda, vi lasciamo con una nota positiva: un salvataggio davvero virtuoso da parte dei pompieri nella Bergamasca, raccontato dal nostro Prima Treviglio:

LEGGI ANCHE: Il video del cane salvato dai pompieri dopo essere caduto in un canale

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli