Doppio scivolone

“Vorrei Salvini premier, e voi?”, ma il tweet della senatrice si rivela un boomerang

Ma la Ferrero è stata protagonista di un'altra querelle social ed è stata accusata frontalmente da DonneDemocratiche.

“Vorrei Salvini premier, e voi?”, ma il tweet della senatrice si rivela un boomerang
Torino, 02 Luglio 2020 ore 12:57

Non è andata esattamente come la senatrice leghista piossaschese Roberta Ferrero si sarebbe aspettata quando ha postato su Twitter la frase “Lo voglio premier, e voi?”, riferendosi a Salvini. Il “sondaggio” ha preso una deriva tutt’altro che trionfale e i feedback non sono stati decisamente quelli sperati. Ma i guai social, per la Ferrero, non si fermano a questa vicenda.

“Voglio Salvini premier”: ma il sondaggio social finisce male

Martedì 30 giugno Roberta Ferrero, senatrice piemontese del Carroccio, ha postato su Twitter una foto del suo leader Matteo Salvini con la scritta “Lo voglio premier! E voi?”. Le reazioni, però, non sono state quelle attese. Su oltre un migliaio di commenti quelli che concordano con la donna sono in netta minoranza. Plebiscito per il “No”. Insomma, un vero e proprio boomerang: oltre alle battute ironiche non sono stati lesinati neppure commenti negativi. Al contrario dei commenti, però, è stato più “clemente” il numero di like incassato. Sempre a onor di cronaca va detto che invece lo stesso sondaggio su Instagram ha generato commenti meno catastrofici, anche se – neppure in quel caso – si può dire che si sia trattato di un successo.

Altro scivolone social

Ma lo “scivolone social” pare essere dietro l’angolo per la Ferrero. Anche in questo caso il “motivo del contendere” è sempre Matteo Salvini. Come racconta Prima Lodi, infatti, durante il comizio salviniano tenutosi a Codogno domenica, alcuni giovani – pochi, ma presenti – hanno deciso di manifestare in maniera pacifica esponendo alcuni cartelli nei quali evidenziavano la propria contrarietà nei confronti del leader leghista. Tre ragazze, in particolare, hanno sfidato una folla acclamate. Una sfrontatezza che ha scatenato i leoni da tastiera: sono piovuti come una tempesta i commenti denigratori e gli insulti nei confronti delle dissenzienti – che andavano dal loro aspetto estetico, alla loro giovane età, al loro orientamento politico o addirittura sessuale – si sono scatenati. La senatriche Ferrero, sempre via social, aveva diffuso a sua volta la foto delle ragazze ironizzando: “Foltissimo gruppo di contestatori”.

DonneDemocratiche contro la Ferrero

Una valanga che non è passata inosservata al punto da suscitare l’intervento di DonneDemocratiche:

Inciviltà e violenza: la matrice leghista non si smentisce. Due ragazze di Codogno e i loro genitori vittime di insulti e ingiurie agghiaccianti (…) Sono state fotografate e la foto è stata diramata dall’ANSA e ripresa sui profili social della senatrice leghista Roberta Ferrero che le definisce “foltissimo gruppo di contestatori”. Si è scatenato l’inferno.

La denuncia della mamma delle ragazze

Contro la Ferrero, al coro di accuse, si aggiunge anche quello della madre delle ragazze.

“Le mie figlie sono state attaccate duramente, insultate e derise” così racconta la mamma delle due ragazze “ovviamente, essendo donne, hanno ricevuto pesantissimi insulti di tipo sessista”. Una sequela agghiacciante di insulti che non ha risparmiato neanche i genitori delle ragazze, che si stanno attivando per denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine. La senatrice, evidentemente, non vede la necessità di moderare, cancellare o reprimere questi post. In perfetto stile leghista: violenza, insulti, sessismo.”

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità