Politica
TORINO

Tensione in Consiglio Comunale sul tema della sicurezza in città. Scarcerato l'uomo col machete

Sindaco Lo Russo: "Torino non è ostaggio delle gang".

Tensione in Consiglio Comunale sul tema della sicurezza in città. Scarcerato l'uomo col machete
Politica Torino, 07 Giugno 2022 ore 09:59

Giornata calda quella di ieri, in Consiglio Comunale a Torino, riguardo il tema della sicurezza in città, in particolare sulla situazione che persiste da anni nel quadrante nord del capoluogo.

Alta tensione

La tensione è salita tra maggioranza e opposizioni, soprattutto dopo la notizia della scarcerazione dell'uomo visto nel quartiere Aurora a petto nudo e con il macete.

Le parole del sindaco Stefano Lo Russo:

"Quella che abbiamo visto è una scena intollerabile. Ma rifiuto la narrazione di una città che è ostaggio di gang criminali, non è questa la Torino che vedo io. Torino è una città che, come tante altre grandi città, ha problema di sicurezza, ma che ha tutte le energie, le capacità e soprattutto ha una strategia integrata per poter riuscire a limitare e risolvere alcuni dei problemi che si sono posti. Abbiamo inoltre un livello di concordia istituzionale sufficientemente buono per poter provare insieme a risolvere e ribadisce che il nostro approccio al tema sicurezza si basa su tre pilastri, ovvero controllo del territorio, questione sociale, e qui si esercita maggiormente l’azione dell’amministrazione, e il tema del carcere, che deve essere un luogo rieducativo e di reinserimento e non criminogeno".

Le critiche delle opposizioni

Forti critiche dal consigliere di opposizione, Andrea Russi del Movimento 5 Stelle:

"Corcordo che ci sia un disagio molto forte su cui le istituzioni hanno il dovere di intervenire. Siamo di fronte all’ennesimo episodio di una situazione critica, ci sono cittadini che hanno bisogno di risposte, bisogna continuare con il processo di riqualificazione di alcune aree, ma questo non basta, a volte serve il pugno duro verso chi delinque".

Giovanni Crosetto, di Fratelli d'Italia:

"Occorre fare di più e agire in fretta. Penso al daspo urbano che è un modo più semplice per arrestare quelle persone che delinquono e per non farle andare in determinate zone della città. Penso alle telecamere che sono essenziali per mantere il controllo".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter