Menu
Cerca
Appello

Risarcimenti agli alluvionati, Cirio “striglia” i parlamentari piemontesi

Nel 2019 e nel 2020 in due diverse ondate di maltempo furono gravemente colpite la provincia di Alessandria, il bacino del Toce, la Val Tanaro e la Valsesia.

Risarcimenti agli alluvionati, Cirio “striglia” i parlamentari piemontesi
Politica Torino, 22 Marzo 2021 ore 14:30

Il presidente della Regione Alberto Cirio striglia i parlamentari piemontesi perché i risarcimenti agli alluvionati faticano ad arrivare. Non vanno dimenticati, anche adesso che l’emergenza è sanitaria più che climatica, i territori che da due anni stanno affrontando un’altra battaglia legata alle conseguenze delle devastazioni alluvionali del 2019 e 2020. (foto d’archivio)

Servono subito 400 milioni di euro

Così il presidente della Regione Piemonte chiede ufficialmente aiuto ai parlamentari eletti nelle circoscrizioni del Piemonte per sensibilizzare il Governo nella copertura finanziaria degli interventi legati alle alluvioni:

“In fase di emergenza la Protezione civile ha certamente svolto un lavoro meritorio ma ora lo sforzo si sposta su un piano economico. Infatti, ad oggi il Piemonte ha rappresentato un quadro dei fabbisogni immediati di circa 400 milioni di euro. A fronte di un fabbisogno totale di oltre 1.353 milioni di euro per i danni del 2019 e del 2020 ad oggi sono stati stanziati appena 15 milioni su oltre 70 richiesti per le sole somme urgenze dell’alluvione 2020. Nulla è stato stanziato per il 2019. La Regione Piemonte, da parte sua, ha destinato nel bilancio del 2020, circa 7,5 milioni di euro per i danni ai privati. Un grosso sforzo per noi, ma che in realtà può aiutare solo in parte. Ora tocca allo Stato intervenire”.

Ben deciso dunque Cirio in questa richiesta di risarcimenti per gli alluvionati piemontesi.

Enti e privati in grave difficoltà

In dettaglio, al Governo è stato chiesto uno stanziamento per gli interventi individuati come prioritari pari a 249 milioni per le opere pubbliche e a 149 milioni per i danni ai privati e alle attività produttive. Per il 2019 la copertura delle spese di intervento è particolarmente urgente a causa del peggioramento in atto per alcuni danni sul territorio. Insomma, non si può attendere oltre: Enti locali e privati sono in grave difficoltà. L’intervento di Roma è fondamentale sia per evitare il dissesto di molti enti locali sia per aiutare i privati, anch’essi provati dagli anticipi o peggio ancora bloccati da danni che si aggravano di giorno in giorno. All’epoca, solo per la provincia di Alessandria, furono registrati danni per 76 milioni di euro, di cui 18 milioni (8 per il primo evento e 10 per il secondo) sono stati oggetto di puntuale verifica da parte del  settore tecnico territoriale regionale di competenza. L’alluvione del 2020 invece aveva riguardato per lo più il bacino del Toce, la Val Tanaro e Valsesia (dove si è stimata la maggior ondata piena degli ultimi cento anni).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli