L'INTERVISTA

L’ex sindaco Fassino contro la burocrazia statale: “Disboscare con l’accetta”

"Ciascuno di noi quando entra in rapporto con lo Stato mille volte gli crea un problema più che risolverlo".

Torino, 30 Giugno 2020 ore 11:56

L’ex sindaco di Torino Piero Fassino si scaglia contro quello che individua come uno dei principali problemi del Paese, che contribuisce ad alimentare un sistema di immbolismo e che stritola l’impresa.

ACCENDI L’AUDIO E GUARDA IL SERVIZIO:

Piero Fassino contro la burocrazia

“Uno dei principali problemi del Paese è la giungla di carattere normativo burocratico che avviluppa ogni attività individuale o collettiva, di una famiglia o di un’impresa. Bisogna usare l’accetta: o la disboschiamo con radicalità oppure non si risolvono i problemi”.

Così l’ex primo cittadino di Torino nell’ambito di un’intervista a Sky.

Complesse norme burocratiche

“Questo è il punto, basta parlare con qualsiasi imprenditore per farsi spiegare la complessità di norme burocratiche a cui va incontro se deve aprire un’attività o mettere in piedi uno stabilimento. E’ esperienza di ciascuno di noi che quando entra in rapporto con lo Stato mille volte gli crea un problema più che risolverlo”

Prosegue il noto politico piemontese durante la sua disamina. In una fase in cui è necessario agevolare la ripartenza post lockdown Fassino indica come prioritaria un’opera di snellimento burocratico.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità