VALIDA FINO AL 14 LUGLIO

Nuova ordinanza Piemonte, cosa riparte da lunedì 15 giugno

Attività ludiche e ricreative, ecco le regole da seguire in questa fase 3.

Nuova ordinanza Piemonte, cosa riparte da lunedì 15 giugno
Torino, 14 Giugno 2020 ore 12:51

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha firmato l’ordinanza che sarà valida da domani, lunedì 15 giugno 2020, fino al 14 luglio 2020.

Nuova ordinanza Piemonte, cosa riparte da lunedì 15 giugno

In particolare, in linea con quanto previsto dal Dpcm dell’11 giugno, sono consentite in Piemonte le attività ludiche, ricreative ed educative per i bambini e i ragazzi da 0 a 17 anni, in strutture chiuse o all’aria aperta e con l’ausilio di operatori, nel rispetto dei protocolli di sicurezza definiti dalla Regione Piemonte e delle Linee guida nazionali.

Le visite nelle Rsa, in linea con il decreto dell’11 giugno, sono limitate ai casi previsti dalle direzioni sanitarie delle strutture, adottando le misure di prevenzione e sicurezza previste dallo stesso dpcm.

Che cosa riapre da lunedì 15 giugno 2020

Da lunedì 15, inoltre, riaprono in Piemonte centri benessere e centri termali, circoli culturali, centri sociali e sale gioco, secondo le rispettive Linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni in accordo con il Governo.

Riaprono anche teatri, cinema e sale concerti. Gli spettacoli aperti al pubblico sono consentiti anche in altri spazi e all’aperto sempre nel rispetto delle apposite Linee guida.

Lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche, invece, in linea con quanto previsto dal decreto nazionale, è consentito solo in forma statica.

Covid, in Piemonte situazione buona

Per quanto riguarda il report settimanale N.4 di monitoraggio della Fase 2, trasmesso alla Regione dal Ministero della Salute, per il Piemonte si conferma una situazione positiva con valori entro le soglie di riferimento, un basso livello di rischio e una incidenza ridotta rispetto alla settimana precedente.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità