TORINO

La candidata di Piemonte Popolare, Francesca Frediani: "Con il nostro governo daremo alla regione una sanità pubblica"

La valsusina sfiderà l'uscente Alberto Cirio (centro-destra), Gianna Pentenero (centro-sinistra), Sarah Disabato (Movimento 5 Stelle), Alberto Costanzo (Libertà)

La candidata di Piemonte Popolare, Francesca Frediani: "Con il nostro governo daremo alla regione una sanità pubblica"
Pubblicato:

Alle prossime elezioni regionali, che si terranno l'8-9 giugno 2024, come vi avevamo già raccontato qualche settimana fa, c'è una seconda donna candidata presidente del Piemonte che è Francesca Frediani, ambientalista, da sempre 'No Tav' ed ex iscritta al Movimento 5 Stelle. La valsusina sfiderà l'uscente Alberto Cirio (centro-destra), Gianna Pentenero (centro-sinistra), Sarah Disabato (Movimento 5 Stelle), Alberto Costanzo (Libertà).

L'INTERVISTA

Noi di Prima Torino l'abbiamo intervistata:

In caso di vittoria, qual è la prima cosa che farete come Piemonte Popolare?

"Lavorare al piano socio-sanitario. Noi vediamo la sanità sul piano esclusivamente pubblico dato che ci sono troppi interessi. Oggi si parla solo di edilizia sanitaria e non più di servizi. Noi vogliamo puntare a dare delle buone prestazioni in base alle esigenze dei territori della nostra regione".

Siete favorevoli al nuovo ospedale di Torino ovest nel parco della Pellerina?

"No, assolutamente no. Siamo stati i primi a denunciare l'utilizzo di discrezionalità della scelta e dei criteri analizzati".

Il Piemonte è una regione che da anni fa i conti con l'inquinamento e le alluvioni. Ora si fa sempre più sentire il cambiamento climatico. Anche qui qual è la prima cosa che farete sul piano ambientale in caso di vittoria?

"Ci teniamo molto all'ambiente. Anzitutto investire sulla mobilità sostenibile che non significa investire nelle grandi opere inutili che hanno un grande impatto ambientale. Bisogna incentivare la mobilità alternativa con tariffe agevolate soprattutto per i più giovani, se non addirittura con il trasporto pubblico gratuito. Tutelare le nostre risorse come l'acqua, i parchi protetti, il suolo dalla cementificazione. Puntare di più e meglio l'attenzione sulla questione pfas che nella nostra regione è un tema di stretta attualità".

Qual è il vostro elettorato di riferimento?

"Il nostro elettorato di riferimento sono i giovani, tutte le persone che non si rivedono nei partiti tradizionali, che non votano da tempo".

Avete mai pensato di creare una coalizione con i vostri ex compagni del Movimento 5 Stelle?

"No. Non è fattibile. Sono uscita dal Movimento già da qualche anno".

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali