Un giorno da pecora

Intervista alla radio, Piero Fassino confessa: "Sono un amante sfrenato del ballo"

L'ex-ministro ha definito il Governo "un fox-trot" dal passo lento e cadenzato che arriva sempre alla fine.

Intervista alla radio, Piero Fassino confessa: "Sono un amante sfrenato del ballo"
Politica Torino, 07 Aprile 2021 ore 10:32

Ha fatto sorridere molti la radio intervista rilasciata dall'ex-sindaco torinese Piero Fassino alla trasmissione "Un giorno da pecora" in cui il famoso esponente del Pd ha confessato di essere un amante sfrenato del ballo.

Fra valzer e disco-music

Senza preferenze per il genere, ha aggiunto Fassino: gli va bene tutto, dal valzer al tango al twist fino alla disco music. L'importante è ballare e dimenarsi, scatenarsi a ritmo di musica. Ma chi l'avrebbe mai detto? Con quell'espressione pallido-emaciata e lo sguardo quasi triste, un fisico dinoccolato che somiglia più a Pippo che a John Travolta, eppure Fassino coltiva l'arte della danza come pochi altri. Difficile immaginarlo impegnato in desabillé con una compilation di salsa e merengue, ancor meno in paillettes alla Elvis scatenarsi in un rock 'n roll. Ma Fassino non lesina sorprese e di sicuro la sua immagine un po' dimessa e ingrigita esce da questo spot molto ma molto rafforzata. Insomma, diventa un po' più simpatico alla gente, e non è poco per un uomo politico. Certo che, oltre alla radio intervista, riuscire ad avere un video in cui Fassino è ripreso in un ballo scatenato sarebbe il top...

Un personaggio non comune

D'altronde l'ex-presidente dell'Anci (fino al 2016) ed ex-segretario dei Ds (fino al 2007) non è un personaggio comune: la sua biografia parla da sola. Figlio di un ardente partigiano, ha giocato nella Juve e si è laureato alla veneranda età di 49 anni ovvero quando ormai tutti di solito pensano di dover badare al lavoro ed altri interessi più che alla propria formazione culturale. Da sindaco, successore di Chiamparino e predecessore della Appendino, è stato eletto subito al primo turno e quindi senza bisogno del ballottaggio: segno di inequivocabile popolarità presso i suoi concittadini. Alto 1,92 m, pesa solo 66 chili e lui stesso ha confidato: "A volte perdo interesse per i sapori, sedermi a tavola diventa soltanto un obbligo che cerco di impormi; mi dimentico di mangiare". Chiamato a proporre un parallelo fra il ballo e la situazione politica attuale ha dichiarato: "Draghi è come un fox-trot, con passo posato e determinato arriva alla fine".