Sabato 19 giugno

I comunisti ci sono ancora: convegno militante su Marx, Cina e nuova era

Partecipano le diverse anime dell'estrema sinistra italiana; ci sarà anche il torinese Marco Rizzo.

I comunisti ci sono ancora: convegno militante su Marx, Cina e nuova era
Politica Torino, 18 Giugno 2021 ore 10:42

I comunisti... ci sono ancora, ed escono allo scoperto in questa delicata fase di preparazione alla campagna elettorale per le Amministrative 2021 con un convegno sul tema Cina.

Comunisti veri e irriducibili

Non si tratta di una "sinistra" qualunque né all'acqua di rose: qui stiamo parlando di comunisti veri e irriducibili, che ostentano ancora il mitico simbolo della falce&martello come se il Muro di Berlino fosse ancora in piedi. E si ritrovano a discutere del futuro di questa società ormai completamente globalizzata, in cui forse l'internazionalismo propugnato nei militanti Anni 70 avrebbe anche un senso compiuto. Hanno deciso dunque questo summit politico che crea molta attesa fra gli addetti ai lavori: ufficialmente si parla di geopolitica mondiale e del ruolo della Cina; il tema del convegno è "I comunisti italiani, la fondazione del Pcc e la nuova era". Evidente il riferimento ai compagni cinesi che, tramontato il sol dell'avvenire targato Unione Sovietica, restano gli ultimi baluardi dell'ideale marxista-leninista-maoista.

Termini che dicono poco ai più, ma che hanno agitato la lotta politica per decenni alla fine del secolo scorso. Purtroppo anche degenerando, in alcuni casi, dalla politica alla cronaca nera. Sia come sia, si confronteranno i segretari di Rifondazione Comunista, Pci e Partito Comunista sulle prospettive politiche e sul ruolo della Cina nel mondo.

Cento anni di Partito in Cina

L’associazione politico-culturale Marx XXI e Marx Ventuno Edizioni, in occasione del centesimo anniversario della fondazione del Partito Comunista Cinese, hanno organizzato, per sabato 19 giugno alle 10, un forum on-line sul tema “100 Anni. I comunisti italiani, la fondazione del Pcc e la nuova era”. A margine, val davvero la pena di cliccare questo spettacolare video postato dagli organizzatori (droni illuminati disegnano una enorme bandiera nel cielo notturno) sulla loro pagina Facebook.

Sarà possibile seguire l'evento in diretta streaming sulla pagina Facebook del sito web Marx21.it e sul canale You Tube di Marx Ventuno Edizioni. Interverranno, in collegamento da Pechino, Gong Yun, vicedirettore dell’Accademia cinese del Marxismo (Chinese Accademy of Social Sciences), l’ambasciatore della Repubblica popolare cinese in Italia, Li Junhua, i segretari nazionali dei partiti comunisti in Italia aderenti alla rete internazionalista Maurizio Acerbo del Partito della Rifondazione Comunista, Mauro Alboresi del Partito Comunista Italiano e Marco Rizzo del Partito Comunista (torinese, già deputato ed europarlamentare).

I lavori saranno coordinati da Francesco Maringiò dell’Associazione Marx XXI.

Rilanciare la cultura marxista

Così gli organizzatori:

"L’associazione Marx XXI (...) nata per rilanciare e sviluppare la cultura marxista e comunista e recuperare, nelle nuove condizioni, il ruolo importante che ebbe il Pci nella storia e cultura del nostro Paese (...) hanno dedicato e dedicano grande attenzione e studio alla Repubblica popolare cinese e al Partito comunista cinese, instaurando una proficua collaborazione culturale ed editoriale con l’Accademia di marxismo e con diverse riviste, centri studi e scuole di marxismo delle Università di Pechino e di Tianjin. (...) Intendiamo promuovere un dialogo tra i comunisti italiani e i comunisti cinesi. Per la prima volta si confrontano pubblicamente i tre segretari nazionali delle principali organizzazioni comuniste italiane, in un ragionamento di prospettiva, insieme a due autorevoli rappresentanti della cultura e delle istituzioni cinesi".

Il progetto sembra interessante e il dibattito lo sarà sicuramente. Resta da vedere se i neo-comunisti in convegno si limiteranno a discutere di Cina e globalità oppure se parleranno anche di un possibile ruolo politico alle imminenti elezioni comunali. Sono essi in grado di presentare una loro lista e un candidato sindaco? Magari non vogliono neppure farlo, ma comunque staremo a vedere...