Politica
La politica ci ha stufato?

Elezioni comunali Torino 2021: l'incubo astensionismo è realtà, solo il 36% alle urne

I seggi oggi saranno aperti fino alle ore 15, c'è quindi tempo per... "recuperare". In queste condizioni potrebbe essere avvantaggiato il centrosinistra.

Elezioni comunali Torino 2021: l'incubo astensionismo è realtà, solo il 36% alle urne
Politica Torino, 04 Ottobre 2021 ore 10:26

Astensionismo sul voto per le elezioni comunali di Torino: solo il 36% degli elettori è andato a votare e questo è il primo brutto segnale sulle consultazioni Amministrative.

Incredibile menefreghismo

Un incredibile menefreghismo quello dimostrato dai torinesi, che forse nessuno si aspettava in queste proporzioni così schiaccianti. Solo a un elettore su tre interessa esprimere il proprio parere su come governare la città in cui vive. Incredibile, per certi versi, ma forse comprensibile se si ragiona sulla disaffezione verso la politica. Archiviato l'entusiasmo per la prima sindaca del M5S e declinato inderogabilmente da Chiara Appendino l'invito a ricandidarsi, forse la Città della Mole è rimasta un po'... orfana di proposte e i due blocchi canònici (centrodestra / centrosinistra) non allettano più gli elettori. Quale che sia la motivazione, fa davvero specie vedere un corpo elettorale così distante dai suoi rappresentanti istituzionali. La gente non si fida più? La politica ci ha stufato senza rimedio alcuno? Ipotesi, buone forse per le chiacchiere da salotto ma non certo risolutive per analizzare i fatti.

C'è ancora tempo fino alle 15

C'è anche da dire che oggi i torinesi hanno ancora tempo per esprimere il proprio voto, visto che le urne sono aperte fino alle 15.00. Ma si sa che la domenica è il giorno in cui di solito si vota di più mentre il lunedì (considerati gli impegni lavorativi delle persone) di solito si va un po' meno alle urne. Di più: ieri, domenica 3 ottobre 2021, i seggi erano aperti dal mattino presto fino alle 23, oggi prima di metà pomeriggio chiudono i battenti e si procede allo scrutinio delle schede. In condizioni simili, segnala qualcuno, potrebbero avere maggiori chance la sinistra e il centrosinistra visto che "vantano" un corpo elettorale più granitico e ligio rispetto al centrodestra. Staremo a vedere: già oggi sono previste "maratone" giornalistiche e dirette tivù per tenerci tutti aggiornati...

astensionismo elezioni comunali Torino
Stefano Lo Russo (centrosinistra) ieri alle urne per il voto

D'altronde si era visto già dal mattino che non sarebbe stata una buona giornata dal punto di vista politico e amministrativo. Alle 12 appena 66.000 torinesi avevano votato (meno del 10%). Nel frattempo ieri tutti i candidati principali sono andati a votare: Paolo Damilano lo ha fatto in San Salvario insieme con gli anziani genitori, Stefano Lo Russo in Santa Rita e Valentina Sganga al Quadrilatero. La prima cittadina uscente Appendino, invece, ha imbucato l'ultima sua scheda elettorale da sindaca al seggio in San Donato.

Questa dunque la notizia dell'astensionismo, forse un po' inatteso, alle elezioni comunali di Torino.

(nella foto di copertina: Damilano, la Sganga e la Appendino al voto)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Anarchici pro-immigrati occupano una casa dell'Anas