Cambio di passo

E nel 2021 a Torino arriverà la “Ztl flessibile” con 40 occhi elettronici

La Giunta guidata da Chiara Appendino cambia passo e anche assecondando i malumori degli esercenti.

E nel 2021 a Torino arriverà la “Ztl flessibile” con 40 occhi elettronici
Torino, 17 Luglio 2020 ore 10:32

Il progetto di un accesso nel centro a pagamento per l’intera giornata, il famoso (o famigerato per i commercianti) “Torino Centro Aperto”, va verso l’accantonamento. La Giunta guidata da Chiara Appendino cambia passo e anche assecondando i malumori degli esercenti ora parla di una “Ztl flessibile”: in sostanza, si pagherà “a consumo” grazie a quaranta occhi elettronici che dovranno registrare i passaggi dei veicoli.

“Ztl flessibile” con 40 occhi elettronici

La tariffazione a consumo è prevista anche per la sosta (le tariffe attuali rimarrano invariate), secondo l’assessora alla Mobilità Maria Lapietra lo strumento permetterà di ottenere una gestione del traffico adattabile al contesto: non un sistema di road pricing, ma una tariffa al consumo cadenzata al minuto.

“La pandemia ci ha insegnato che oggi è assolutamente necessario costruire strumenti di regolazione della mobilità flessibili e adattabili alle sue evoluzioni per questo, prima città in Italia, abbiamo deciso di dotarci di una vera e propria infrastruttura”.

Così Chiara Appendino. La nuova Ztl sarà sperimentata dalla zona di piazza Vittorio per le ore serali, quelle con i maggiori i picchi di traffico.

Undici nuove vie pedonali a Torino: LA MAPPA INTERATTIVA

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità