Menu
Cerca
Istituzioni & cittadini

Debiti e usurai: come non farsi travolgere grazie all'aiuto di Città Metropolitana

Meglio rivolgersi alle Istituzioni per evitare il rischio di cadere nelle mani degli strozzini. Ecco il video che fa da spot all'iniziativa.

Politica Torino, 12 Maggio 2021 ore 10:41

Debiti, rosso di bilancio, problemi con le banche, usurai... Problemi grossi che rischiano di travolgere ditte e imprese ma anche privati cittadini con problemi finanziari. Per non farsi sommergere dai debiti c'è la possibilità di chiedere aiuto alle Istituzioni, in questo caso alla Città Metropolitana di Torino. Ecco come.

Tramite questo sportello dedicato a chi è sovra-indebitato, aperto già dal 2020 e attivo su appuntamento telefonando allo 011-8616029 oppure tramite mail cliccando qui .

Spot multi versione

Lo ha realizzato la Città metropolitana di Torino con le professionalità della Direzione Comunicazione, rapporti con i cittadini e i territori che ha realizzato senza costi il video in due versioni, una di 30” adatta ai passaggi televisivi e una di 50” che sarà diffusa sul canale Youtube e su vari social. Ma si è pensato anche alla fruizione su canali non tradizionali, come gli schermi presenti nelle stazioni ferroviarie e in quelle delle stazioni della metropolitana.

L’immagine è quella di un uomo che precipita nell’acqua e sembra annegare, annegare nei debiti, appunto. Ma la soluzione (o meglio) un aiuto alla soluzione, può arrivare dalla Legge e dallo sportello aperto da Città metropolitana di Torino, che offre un primo incontro orientativo gratuito con professionisti competenti. Nella seconda parte dello spot l’uomo ora nuota in una piscina dove anche i rumori rassicurano: non è più solo e potrà affrontare i problemi del sovra-indebitamento con maggior serenità.

No all'illegalità

E, soprattutto, non peggiorare i propri debiti con il ricorso agli usurai. Così il vicesindaco metropolitano Marco Marocco:

"In questo drammatico periodo di pandemia, il sovra-indebitamento riguarda molti cittadini, che in alcuni casi per risolvere temporanei i problemi finanziari ricorrono a forme di prestito disastrose. L’illegalità non è mai la strada giusta. Ricordo la convenzione attivata da Città metropolitana di Torino con il Comune di Villastellone per estendere l'attività dell'organismo "La Rinascita degli Onesti" per sostenere e tutelare i consumatori, le piccole e medie imprese, i commercianti, gli artigiani, i professionisti, gli imprenditori agricoli e gli enti privati non commerciali, nella gestione della crisi da sovra-indebitamento".