Menu
Cerca
Fra politica e famiglia

La Appendino è di nuovo incinta: sarà un maschietto

La prima cittadina, che non può ri-candidarsi come sindaco alle imminenti elezioni comunali, ha ufficializzato che lascerà la politica.

La Appendino è di nuovo incinta: sarà un maschietto
Gossip Torino, 10 Maggio 2021 ore 11:29

La sindaca Chiara Appendino è di nuovo incinta: sarà mamma di un bel maschietto. Lo ha pubblicato lei stessa sul suo profilo Facebook riscuotendo la solita valanga di like e commenti positivi che ci si attende in questi casi.

Fenomeno social

Anche perché la prima cittadina torinese è un vero fenomeno social (la sua pagina ufficiale è seguita da 250.000 persone) e il suo post sulla seconda maternità imminente ha totalizzato la bellezza di 23.700 like con oltre cinquemila commenti! Il messaggio ritrae la Appendino, splendida come sempre, in amorevole compagnia del marito Marco Lavatelli e dell'allegra primogenita Sara (che si esibisce in un perfetto sorriso da bimba ridanciana). Con i tre, un tenerissimo orsacchiotto azzurro che rappresenta proprio l'attesa per il maschio in arrivo. Il messaggio è quanto di più semplice ci possa essere, eccolo: "Oggi è una festa della mamma un po' speciale. La famiglia cresce e tra qualche mese Torino avrà un piccolo cittadino in più, è un maschietto. Auguri a noi, e auguri a tutte le mamme".

Ovviamente alla cascata di congratulazioni si sono accodati personaggi politici, alcuni vip del jet-set e semplici ammiratori o cittadini qualsiasi; anche la redazione di Primatorino intende rendere pubblica la propria vicinanza alla sindaca in un momento di felicità come questo. Ma, a margine della splendida novella di carattere umano e familiare, ce n'è una da evidenziare più "pubblica" per così dire, ovvero legata al ruolo istituzionale della Appendino.

Mamma a tempo pieno

Ella stessa ha ufficializzato che, dopo la fine di questa legislatura, non farà più politica perché intende dedicarsi alla vita da mamma a tempo pieno. Una versione femminile del celebre Cincinnato romano (450 a.C.) che dopo aver governato l'Urbe e finito il proprio compito tornò umilmente a coltivare i campi? Più che altro una scelta obbligata, dicono le malelingue, perché tanto non poteva più ri-candidarsi con il M5S (è stata condannata forse ingiustamente per i fatti di Piazza San Carlo). Sia come sia, la lieta novella del fiocco azzurro dà un tocco di allegria e positività a uno scorcio di vita politica che ne aveva bisogno. Auguri dunque alla Appendino, mamma e incinta!