Quando finirà il caldo

Meteo in Piemonte: tra allerta temporali e un sabato torrido

Territorio per territorio l'evolversi della prima ondata di calore estiva.

Meteo in Piemonte: tra allerta temporali e un sabato torrido
30 Luglio 2020 ore 17:43

Nella foto la cartina delle temperature in Europa pubblicata da Arpa Piemonte.

Fa caldo, tanto caldo… anche in Piemonte, ce ne stiamo accorgendo.

Allerta gialla temporali

All’afa, nella serata di giovedì 30 luglio 2020, si assomma anche un’allerta gialla per temporali nelle zone G (Belbo e Bormida – AL – AT – CN), H (Scrivia AL), I (Pianura Settentrionale: province di Asti, Alessandria, Novara, Biella e Vercelli) , L (pianura Torinese e colline compreso Monferrato) con possibili raffiche di vento intense (downburst) e locali grandinate.

Ondate di calore fino a sabato 2 agosto

Vediamo quanto potrebbe durare e i livelli di pericolosità territorio per territorio nel periodo da giovedì 30 luglio a sabato 1° agosto.

Alessandria: il massimo dell’afa si avrà sabato 1° agosto quando la colonnina del mercurio salirà a 38 °C, ma la temperatura massima percepita sarà di ben 42, per questo la giornata è da “pericolo” anche il coefficiente HSI che denota lo stress fisico è al massimo: 10. Nel resto del periodo si oscilla attorno a questi valori.

Asti: Caldo un po’ meno violento, venerdì e sabato siglati con i due soli del “Molta cautela”, massima percepita 40 °C sabato.

Biella: la forchetta va da 31 a 34 °C di temperature reali, con un massimo di percepita a 38 sabato, ma con HSI, cioè livello di stress massimo a 10, per cui anche nel Biellese sabato da “pericolo”.

Cuneo: La posizione montana aiuta un po’ perché nei tre giorni del bollettino Arpa si va dai 29 ai 32 gradi reali e dai 31-32 percepiti. Licello basso di “Cautela”.

Novara: fino a 36-37 °C di temperatura percepita situazione di “Pericolo” al sabato.

Verbania: anche qui la giornata di pericolo sarà sabato 1° agosto, 37 °C di temperatura percepita.

Vercelli: ricalca la precedente, tranne che per sabato si sfioreranno i 40 àC di percepita, situazione di pericolo con HSI a 9,9.

Per la città di Torino il bollettino è strutturato diversamente, la tendenza è la stessa di molte altre parti della regione, sabato sarà una giornata torrida con 37 °C reali e 38 °C percepiti, ozono a livello due, accessi sanitari previsti a medio livello e grado di pericolo 3, “Emergenza” anche per venerdì 31 luglio.

Il territorio della Città Metropolitana: l’area della provincia di Torino è divisa in nove settori. La situazione più delicata a livello di attenzione “Pericolo” nella giornata di sabato, riguarda TO3, di cui fa parte il Chivassese si arriverà a una temperatura percepita di 39 °C sia venerdì che sabato. Nelle altre zone le temperature massime oscilleranno da 29 a 35 °C reali e da 31 A 36 come percezione.

Da domenica rinfresca

Domenica dovrebbe arrivare una rinfrescata generale per temporali, previsti anche lunedì 3, anche forti vicino ai rilievi, meno in pianura, poi tornerà bel tempo stabile ma con temperature mediamente meno afose.

L’anticiclone Africano

Ecco come Arpa Piemonte descrive l’attuale situazione meteo: “Nella sua evoluzione, la struttura anticiclonica apporterà aria sempre più calda e umida sulla nostra regione determinando un incremento delle temperature e condizioni di afa, che persisteranno per più giorni. Le temperature percepite saliranno intorno ai 38-40°C con valori localmente più elevati nelle aree urbane. Anche i livelli di ozono sono in aumento. Questa configurazione meteorologica può determinare condizioni generali di disagio,  in particolare nei soggetti più fragili (anziani, persone con problemi di salute, bambini molto piccoli), che possono avere conseguenze negative sulla salute”

I consigli

Alcune brevi indicazioni comportamentali possono contribuire a ridurre le conseguenze negative per la salute:
– non uscire nelle ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 18.00)
– in casa tenere le imposte chiuse al fine di evitare il passaggio della luce ma senza impedire il ricambio d’aria. L‘aria condizionata è efficace per mantenere la temperatura ambientale adeguata, ma va regolata a temperatura non troppo bassa rispetto all’esterno
– è molto importante bere molta acqua e mangiare frutta fresca. Soprattutto per gli anziani è necessario bere anche se non si sente lo stimolo della sete
– evitare l’esercizio fisico nelle ore più calde della giornata.

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità