Dopo il gesto storico

Gancia, Lega: “Mattarella ora tolga il cavalierato al maresciallo Tito”

Mattarella e l’omologo sloveno Borut Pahor mano nella man davanti all'ingresso della foiba di Basovizza.

Gancia, Lega: “Mattarella ora tolga il cavalierato al maresciallo Tito”
13 Luglio 2020 ore 15:49

L’immagine di oggi, 13 luglio 2020, scattata alla foiba di Basovizza, è carica di significato storico e segna il ricongiungimento di due popoli.
Ma ora, proprio per rendere completa giustizia a quella memoria storica, è tempo che il presidente Sergio Mattarella revochi la più alta onorificenza del Quirinale, il Cavaliere di Gran Croce, al Maresciallo comunista Tito, come chiedono da anni le Associazioni degli Esuli.
Purché questa rimane una macchia nella storia delle istituzioni del nostro Paese.

Lo afferma Gianna Gancia, europarlamentare della Lega, dopo l’incontro fra Mattarella e l’omologo sloveno Borut Pahor. I due capi di Stato mano nella mano: un gesto di pace storico per commemorare le vittime italiane delle foibe, proprio davanti all’ingresso di quella di Basovizza.

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità