Vietate le imitazioni

Covid-19 cancella anche il raduno della Panda a Pandino

Dal 2017, nel Cremasco, bassa pianura lombarda, si tiene il tradizionale ritrovo per i possessori della mitica autovettura Fiat.

Covid-19 cancella anche il raduno della Panda a Pandino
18 Giugno 2020 ore 13:02

Il tradizionale raduno delle Fiat Panda a Pandino è stato annullato. Insomma, il Covid ci ha tolto anche questo… poca cosa, direte. Ma andate a dirlo agli appassionati della iconica “scatoletta di sardine” made in Torino, che ormai da tre anni sono disposti a tutto pur di partecipare, arrivando a Pandino, in provincia di Cremona, nella bassa pianura lombarda ! Niente, per i pazzi per la mitica Panda l’appuntamento è solo rinviato al 2021: e attenzione, perché gli organizzatori di “Panda a Pandino” invitano non solo a diffidare delle imitazioni, ma mettono in guarda chiunque osi organizzare qualcosa di simile in forma “non ufficiale”.

ECCO COM’ERA, GUARDA IL FILMATO:

Panda a Pandino: niente raduni alternativi

“Nei giorni scorsi siamo venuti a conoscenza, sinceramente a malincuore, che c’è l’idea da parte di qualcuno di voler organizzare un’incursione a Pandino nelle date in cui era previsto il raduno di Panda a Pandino (20 e 21 giugno 2020) che, come da comunicazione ufficiale, quest’anno non si terrà – si legge nella nota diffusa dagli organizzatori – Iniziamo precisando che il raduno Panda a Pandino 2020 è stato annullato e rimandato al 2021 non perché qualcuno ce l’ha vietato in maniera autoritaria o per farci un dispetto, ma per due ragioni molto semplici: la prima è perché c’è una norma, una legge, che di fatto vieta assembramenti ed eventi che potrebbero comportarne. L’altro motivo, che a noi pandinesi sta più a cuore, è prettamente per una forma di rispetto verso le numerose vittime di Covid-19 che la nostra comunità ha visto andarsene e per tutte le loro famiglie che hanno subito perdite a Pandino ma anche in tutto il nostro territorio, drammaticamente colpito dalla pandemia. Una ferita ancora aperta, un’angoscia che ci accompagnerà, ahinoi, ancora per molto tempo”.

Chi prenderà iniziative verrà escluso dalle prossime edizioni

“Siamo quindi costretti a prendere totalmente le distanze da qualsiasi forma di incontro, assembramento non autorizzato e ci rimarremmo davvero male se a farlo sarebbero amici pandisti la cui correttezza, maturità, educazione e rispetto sono stati gli ingredienti principali perché ogni edizione di Panda a Pandino è stata il successo che tutti abbiamo riconosciuto – si continua – Pandino accoglierà chiunque verrà per una visita, una passeggiata o più semplicemente chi vorrà passare una domenica all’ombra del nostro castello, questo ve lo garantiamo! Ma non in quei giorni, sarebbe irrispettoso verso la nostra organizzazione, verso i pandinesi e verso tutti coloro che terranno la loro Panda in garage non potendo venire a festeggiare tutti insieme! In quei giorni, per ovvi motivi, i controlli da parte delle forze dell’ordine potrebbero essere probabilmente più serrati. Non vorremmo ritrovarci nella condizione di venire a sapere che qualcuno della nostra grande comunità pandista abbia pensato bene di prendere iniziative del genere e doverne prendere atto, magari escludendolo dalle iscrizioni per le prossime edizioni. Non è proprio nel nostro stile, vi chiediamo quindi di non metterci in questo terribile imbarazzo! Stiamo preparando una sorpresa e vorremmo coinvolgere tutti i pandisti e tutte le loro incredibili Panda, rimanete sintonizzati sulle nostre pagine social”.

LE FOTO DELLE PASSATE EDIZIONI:

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità