Economia
TORINO

Vertice a Mirafiori sul futuro di Stellantis, la Fiom: "Passo importante"

Elkann: “Piemonte e Torino indissociabili dal gruppo”.

Vertice a Mirafiori sul futuro di Stellantis, la Fiom: "Passo importante"
Economia Torino, 29 Marzo 2022 ore 10:58

Nella giornata di ieri, lunedì 28 marzo 2022, si è tenuto un incontro tra Stellantis, il Comune di Torino, la Regione Piemonte e l'Unione Industriale sul futuro dell'Auto a Torino e in Italia.

"Piemonte e Torino sono indissociabili dal gruppo"

Nella strategia di Stellantis Torino occupa "una posizione centrale": oltre a essere un polo di produzione di veicoli e il cuore del design di tutti i marchi italiani del gruppo, assumerà anche il ruolo di centro di competenza ingegneristico internazionale per l'elettrificazione.

E' l'impegno assunto dall'amministratore delegato Carlos Tavares nell'incontro con il presidente della Regione Alberto Cirio, il sindaco Stefano Lo Russo e il presidente dell'Unione Industriale di Torino, Giorgio Marsiaj.

"Stellantis è nata con lo spirito coraggioso e visionario dei nostri padri fondatori per cogliere le grandi opportunità del 21° secolo – ha detto dopo l’incontro John Elkann, presidente di Stellantis -. Piemonte e Torino sono indissociabili da Stellantis e il futuro della mobilità che stiamo costruendo. Cosa che vogliamo fare insieme ai nostri partner locali e alle parti interessate".

Fiom-Cgil: "Il tavolo di oggi è un primo passo importante"

Sul tavolo che si è tenuto ieri non si sono fatti attendere i commenti dei sindacati Fiom-Cgil:

“L'incontro di oggi tra l'ad di Stellantis Tavares, il Presidente della Regione Piemonte, il Sindaco di Torino e il Presidente dell'Unione Industriali di Torino è un primo passo importante frutto anche delle tante iniziative messe in campo dalla Fiom.

È incredibile - fanno sapere in una nota congiunta Simone Marinelli, coordinatore nazionale automotive per la Fiom-Cgil e Edi Lazzi, segretario generale Fiom-Cgil Torino - però che il Governo ancora una volta ha scelto di essere spettatore in un momento di grandi trasformazioni e incertezza per l'industria dell'auto e per le lavoratrici e i lavoratori del nostro Paese. È urgente avviare un dialogo e un confronto sul futuro produttivo degli stabilimenti di Stellantis in Italia e delle aziende della componentistica.

Chiediamo al Governo di convocare un tavolo con l'ad Tavares, il sistema delle imprese e i sindacati. Abbiamo un patrimonio di conoscenze e professionalità che vanno tutelate e impiegate affichè la transizione e l'innovazione tecnologica possano essere le opportunità per rilanciare il settore e l'occupazione”.

La produzione

A Torino verranno prodotte la 500 elettrica e le nuove Maserati Granturismo, Grancabrio e Quattroporte e sarà il cuore, come detto, del design di tutti i marchi italiani del gruppo. 

Il sindaco Stefano Lo Russo: "La Città di Torino vuole essere protagonista"

"La Città di Torino e la sua area metropolitana rappresentano - ha scritto su Facebook il primo cittadino - un'opportunità di sviluppo e crescita per Stellantis. La capacità produttiva e tecnica, l'ingegneria di prodotto e di processo e la forte attitudine all'innovazione derivante anche dallo stretto legame con l'università e il mondo della ricerca sono elementi territoriali unici in grado di creare un forte valore produttivo e sociale.

La Città di Torino vuole essere protagonista di questa strategia di crescita che può vedere anche nella riconfigurazione degli attuali spazi, a partire da Mirafiori, una straordinaria opportunità. In questo senso, svilupperemo immediatamente una pianificazione territoriale e urbanistica condivisa che rafforzi il piano di sviluppo industriale".

Spera (Ugl): “Il piano strategico ‘Dare Forward 2030’ vada velocemente avanti”.

“Siamo convinti che Stellantis farà tanto sugli investimenti in Piemonte, così come in Italia. Per quanto riguarda gli investimenti per creare il ‘Turin Manufacturing District’, come organizzazione sindacale daremo il nostro supporto affinché le attività già in corso vadano a buon fine nell’integrare le diverse piattaforme, modelli e sistemi di propulsione”.

È quanto dichiarano in una nota congiunta il Segretario Nazionale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, e il Segretario territoriale di Torino, Ciro Marino, a margine dell’incontro svoltosi all'interno di Mirafiori.

Per Spera, “all’incontro del prossimo 31 marzo a Torino con l’amministratore delegato Carlos Tavares, siamo pronti a discutere e a entrare nei dettagli del piano industriale per contribuire a rilanciare la produzione del settore auto. Quanto destinato al Piemonte e specialmente per Torino, va colto con ottimismo alla luce della fiducia che registriamo nei nostri interlocutori. Ma i dettagli del piano per ognuno degli stabilimenti italiani sono fondamentali, anche per esplorare nuovi confini: il Governo faccia la sua parte con politiche industriali efficaci, per l’Ugl Metalmeccanici il passaggio all’elettrificazione è profondamente innovativo. L’augurio è che, partendo dal recente annuncio della Gigafactory di Termoli, l’innovazione possa essere in grado di garantire produzione e piena occupazione in tutti i siti italiani di Stellantis”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter