Economia
CANAVESE

Impianti a cippato di legna è la nuova soluzione contro il caro energia

A Pessinetto, nel Torinese, circa un anno fa, è partito il primo impianto che ha permesso di risparmiare circa 10 mila euro.

Impianti a cippato di legna è la nuova soluzione contro il caro energia
Economia Canavese, 05 Settembre 2022 ore 10:43

Addio a gas e gasolio. Limminente stagione fredda che si sta sempre più avvicinando, sarà un po' diversa dalle solite che abbiamo conosciuto sul fronte del riscaldamenti, a causa dell'aumento dei costi dell'energia. 

Ed ecco che in molti posti d'Italia si stanno sperimentando soluzione innovative e anche del passato per contrastare il caro "bolletta".

La soluzione contro il caro energia

Una soluzione contro il rincaro delle bollette si trova nei boschi italiani e in particolare in quelli piemontesi. Nelle Valli di Lanzo, infatti, nel cuore del Canavese, il Gruppo di azione locale e ai fondi comunitari, hanno avviato 7 progetti per riscaldare scuole ed edifici comunali con caldaie efficienti a cippato di legna.

A Pessinetto, nel Torinese, circa un anno fa, è partito il primo impianto che ha già dato ottimi risultati, più di quelli sperati: la bolletta è risultata più bassa rispetto a quando era presente l'impianto a gasolio. Una soluzione che più sarà sviluppata ed estesa, più garantirà benefici e indipendenza sul fronte energetico ed economico dando la possibilità, allo stesso tempo, di creare una nuova economia capace di generare posti di lavoro.

"Questo nuovo impianto quando funzionava a gasolio spendeva circa 16mila euro - ha spiegato al TGR Piemonte Mario Poma, dottore forestale - adesso il costo è di 10mila euro in meno".

Nessun pericolo per l'ambiente

Secondo gli esperti forestali non ci sono pericoli per l'ambiente in quanto si prelevano piccole quantità di legname, senza andare a distruggere i boschi che sono da sempre una risorsa importante.

Seguici sui nostri canali