QUADRO CONFUSO

Il Governo temporeggia: nessun accordo vero e proprio sulla Gigafactory in Molise

Non c'è alcun impegno, fanno sapere le fonti governative, per una sostegno pubblico alla realizzazione in Molise.

Il Governo temporeggia: nessun accordo vero e proprio sulla Gigafactory in Molise
Economia Torino, 09 Luglio 2021 ore 18:12

Il Governo temporeggia: non c’è un accordo vero e proprio sulla realizzazione della Gigafactory a Termoli. Il messaggio che arriva da Roma è che l'azienda avrebbe semplicemente comunicato la sua scelta nei giorni scorsi all'Esecutivo Draghi, che ne ha preso atto.

Il Governo temporeggia sulla Gigafactory in Molise

Sempre da Roma trapela addirittura che gli stessi ministri non sapessero che l'annuncio sarebbe arrivato già ieri, perché si è trattato di una decisione dell'ultimo minuto.

E in effetti Termoli non compare neanche nel comunicato ufficiale diffuso dall'azienda ieri, giovedì 8 luglio 2021, nel corso dell'Electrification Day, che era stato preparato sicuramente con largo anticipo.

Nessun accordo vero e proprio con Stellantis

Non c'è insomma alcun impegno, fanno sapere le fonti governative, per una sostegno pubblico alla realizzazione della Gigafactory in Molise.

Ma francamente sembra solo una mossa per prendere tempo, il fatto di dire, oggi, che non c’è alcun impegno per un sostegno pubblico alla realizzazione della Gigafactory in Molise, né in termini di incentivi legati al PNRR (tutti da definire), né di una partecipazione finanziaria diretta.

Secondo Stellantis la scelta sarebbe ricaduta su Termoli perché lì si producono i motori, cosa che a Mirafiori chi invece non si fa.

La Fiom ribatte a tono che motori e batterie non hanno nulla in comune.

Schermaglie di una partita purtroppo forse già chiusa.

LEGGI ANCHE: Gigafactory addio, Fiom Torino: "Gli Agnelli se ne lavano le mani"