torino

Auto elettriche: in dieci ore esauriti i fondi dell'Ecobonus, Tavares: "E' qualcosa di strano, indagheremo"

Ma dalle prime verifiche attuate dal Ministero delle imprese e del Made in Italy non emergono anomalie

Auto elettriche: in dieci ore esauriti i fondi dell'Ecobonus, Tavares: "E' qualcosa di strano, indagheremo"
Pubblicato:

In poche ore la corsa per assicurarsi gli incentivi previsti dallo Stato per l’acquisto di auto non inquinanti e rinnovare il parco circolante rottamando le vecchie auto ha registrato un tutto esaurito e dei 710 milioni di euro totali, gli oltre 200 previsti per le auto elettriche sono già finiti.

Numeri anomali, indagini in corso

Una risultato che lascia stupiti gli stessi operatori, ma d'altra parte concessionari e acquirenti attendevano l’uscita dell'Ecobonus da almeno cinque mesi e in alcuni casi si parla di uno sconto che poteva arrivare anche a 13 mila euro.

Numeri del genere fanno pensare che si tratti di un'anomalia come dichiara l'amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares:

"E' successo qualcosa di strano, siamo rimasti sorpresi anche noi. Chi di dovere sta indagando. Stiamo cercando di capire che cosa abbia scatenato questo fenomeno anomalo, ma al momento non abbiamo nessun tipo di indicazione certa per dare una spiegazione a quanto è successo".

Ma è tutto regolare per il Ministero delle imprese e del Made in Italy

Intanto il Ministero delle imprese e del Made in Italy sembra tutto fa sapere:

"Dalle prime verifiche, di natura ordinaria, non sono emerse anomalie significative. Il 62% delle prenotazioni è stato effettuato, infatti, da persone fisiche tramite concessionario auto, mentre il restante 38% da persone giuridiche, tra cui le società di noleggio a lungo termine. Valori pienamente in linea con le dinamiche del mercato. Elevata, peraltro, la percentuale di veicoli che saranno rottamati dai richiedenti, che si attesta a circa il 40% delle prenotazioni. I casi potenzialmente anomali si attestano intorno al 5%, dato fisiologico e in linea rispetto al passato, su cui il ministero, conclusi i controlli, procederà ove opportuno con le dovute procedure di contestazione".

Sono andati molto bene anche gli incentivi per il termico normali. Meno bene plug in e ibride . Per le quali ci sono ancora disponibilità. Un po’ indietro gli altri.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali