La città cambia

Addio alla storica palazzina Fiat del Lingotto: è in vendita

Sul tetto del Lingotto nascerà un’area di 27mila metri con percorsi ciclo-pedonali e aree verdi aperte al pubblico.

Addio alla storica palazzina Fiat del Lingotto: è in vendita
Economia Torino, 17 Agosto 2021 ore 14:08

Oramai è definitivo: la storica palazzina Fiat del Lingotto sarà venduta. L’impresa Stellantis, ha iniziato un percorso di vendita definitiva della palazzina del Lingotto, che rappresentano non soltanto uno dei simboli più importanti di Torino, ma anche la storica sede della Fiat in Italia.

Dunque, il legame tra Fiat e Torino, si affievolisce sempre di più. Un risvolto con l'amaro in bocca per tanti torinesi operai che hanno lavorato con dedizione per l'azienda automobilistica nata all'ombra della Mole Antonelliana e che ora vedono andar via (per sempre!) un pezzo importante della città del passato che ha portato tanto benessere.

Rimarranno soltanto più nella zona periferica della città di Torino, gli stabilimenti di Mirafiori e Grugliasco.

High line in salsa torinese

I torinesi potranno avvalersi di un nuovo parco che si estenderà su un’area di 27mila metri. Nascerà, infatti, sul tetto del Lingotto con percorsi ciclo-pedonali e aree verdi aperte al pubblico. Il nuovo piccolo polmone verde sarà molto simile a quello di New York, realizzato su una sezione in disuso della ferrovia sopraelevata chiamata "West Side Line", facente parte della più ampia New York Central Railroad. Mentre, al quarto piano, la Pinacoteca Agnelli ospiterà anche «Casa 500», il museo dedicato alla storica utilitaria.

2 foto Sfoglia la gallery

Simbolo dell'imprenditoria

Come detto, i cittadini di Torino che hanno messo su famiglia e comprato una casa grazie allo stipendio di "mamma Fiat", salutano un importante pezzo di storia situato al 250 di via Nizza, nel quartiere Lingotto, nella zona sud del capoluogo sabaudo, che fu ultimato nel 1926, in pieno fervore taylorista e che aveva costituito uno dei simboli dell’imprenditoria e dell’industria automobilistica della città.

La Fiat, negli anni del boom economico, grazie alla sua capacità economica, ha spinto molti cittadini meridionali ad emigrare in quella che fu, tra le tante cose, anche la prima Capitale del Regno d'Italia.

Nel corso del tempo, oltre ad un calo della produzione dei modelli negli stabilimenti produttivi, l’immobile che ospitava gli uffici di Gianni Agnelli e Sergio Marchionne, è stato lentamente svuotato dimostrando quella che è l'attuale intenzione: la vendita. La superficie della struttura è 20000 metri ed è vincolata dalla Soprintendenza dei beni architettonici.

Dalla sede legale al nulla

Fino al gennaio 2014 è stata la sede legale della Fabbrica Italiana Automobili Torino, poi, con l’acronimo Fca-Fiat Chrysler Automobiles, fu trasferita in Olanda. Oggi di tutto ciò non vi è più nulla.