un segnale incoraggiante

Torna il Magico Paese di Natale e questa edizione sarà la più attesa da tutti, anche dagli adulti

Sarà un modo di celebrare non solo il Natale e la rinascita, ma anche l'arrivo di un nuovo anno migliore di quello passato.

Torna il Magico Paese di Natale e questa edizione sarà la più attesa da tutti, anche dagli adulti
Torino, 12 Ottobre 2020 ore 18:21

Magari per qualcuno è presto per parlarne, ma qualcun altro invece tirerà un sospiro di sollievo nel sapere che, nonostante tutto, anche quest’anno torna il Magico Paese di Natale.

Un piccolo borgo piemontese si trasforma nel regno di Babbo Natale

L’evento natalizio da quattordici anni trasforma il borgo di Govone (CN) e il suo castello sabaudo, patrimonio Unesco, in un vero e proprio regno popolato da elfi e personaggi fantastici. Da sabato 14 novembre a domenica 20 dicembre, ogni weekend l’evento, unico nel suo genere, celebra in modo speciale la magia del Natale. Sei fine settimana più un’apertura straordinaria per il ponte dell’Immacolata, da sabato 5 a martedì 8 dicembre, per vivere l’atmosfera natalizia, che negli anni è stata apprezzata da un pubblico sempre crescente.

Un’edizione un po’ diversa ma piena di significato

Certo, questa sarà un’edizione diversa dal solito, organizzata in tutta sicurezza e che vuole dare un segnale di ripartenza a un territorio fortemente colpito dalla mancanza di turisti, ma capace di rialzarsi. Il Magico Paese di Natale sarà un modo di celebrare non solo il Natale e la rinascita, ma anche l’arrivo di un nuovo anno migliore di quello passato. Come spiega Pier Paolo Guelfo, ideatore e organizzatore dell’evento:

Non è stato facile mettere in piedi l’evento di quest’anno, ma abbiamo sempre creduto nell’importanza di non fermarci e di andare avanti, seppur con il necessario ridimensionamento e le corrette politiche di sicurezza. Questo territorio ha bisogno di un evento come il nostro, e tutti abbiamo bisogno del Natale

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità