Menu
Cerca
Scuole e talenti emergenti

Torino capitale del cinema: si è concluso il 20* Glocal Film Festival, ecco i vincitori

Il premio più consistente (2.500 euro) è andato a "Cuban dancer" di Roberto Solinas.

Torino capitale del cinema: si è concluso il 20* Glocal Film Festival, ecco i vincitori
Cultura Torino, 16 Marzo 2021 ore 12:24

Torino capitale del cinema, la tradizione non si smentisce. Si è conclusa la 20ª edizione del Glocal Film Festival che, adattatasi alla formula digitale, per cinque giorni ha proposto 33 titoli tra documentari e cortometraggi sulla piattaforma streaming dedicata al cinema indipendente streeen.org.

Giovanni Storti in “Gli atomici fotonici”

Il film d’apertura è stato “Manuale di storie dei cinema. Dichiarazione di resilienza e d’amore per la sala cinematografica”. Da segnalare anche i focus fuori concorso e l’incontro con il regista Silvio Soldini e la scenografa Paola Bizzarri con l’assegnazione a quest’ultima del Premio Riserva Carlo Alberto. Con le sezioni competitive “Spazio Piemonte” e “Panoramica Doc”, il 20* Glocal Film Festival ha portato al pubblico il meglio della produzione connessa col Piemonte confermando l’alto livello dell’industria filmica locale. Ecco di seguito i film premiati.

La giuria composta da Sarah Bellinazzi, Carlo Cresto-Dina e Matteo Marelli ha assegnato il premio Miglior Documentario (2.500 euro) a “Cuban dancer” di Roberto Solinas.

La giuria formata da Davide Catalano, Joana Fresu de Azevedo e Roberto Gagnor ha assegnato il premio Miglior Cortometraggio (1.500 euro) a “Gli atomici fotonici” di Davide Morando (con Giovanni Storti).

Il premio Miglior Corto d’animazione (buono di 150 euro Libreria Pantaleon – Torino) è andato a “En rang par deux”, di Elisabetta Bosco, Margherita Giusti e Viola Mancini.

Il miglior attore (buono di 840 euro per i corsi della Scuola Operatori Doppiaggio e Spettacolo) è stato Zheng Naiqiao per l’interpretazione di Zheng in “Zheng” di Giacomo Sebastiani. La miglior attrice (sempre buono di 840 euro) è stata Enrica Cortese per l’interpretazione in “Casa di famiglia” di Giulia Mello.

Il premio per la miglior sceneggiatura è andato agli allievi del “College cinema” della Scuola Holden coordinati dalla prof Sara Benedetti (buono di 450 euro per un Wonderlabs) per “Vidas de Vidrio” di Tommaso Valli e Daniele Giacometti. Il miglior corto realizzato dalle scuole (fornitura di kit a marchio Comix di Panini Editore) per il miglior lavoro di giovani videomaker è stato “Qua si gela” di Martina Capruzzi (con la supervisione dei docenti Federica Carena, Silvia Guarrera e Luca Percivalle della 3ª Operatore Grafico 2020-2021 di Piazza dei Mestieri) per “la capacità di strappare un sorriso e raccontare il mondo della scuola con leggerezza ed umorismo“.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli