STREET ART

Torino ambasciatrice della sostenibilità grazie all’arte urbana

Doppia mostra per raccontare e sensibilizzare i cittadini sui 17 obiettivi dell'ONU per il 2030.

Torino ambasciatrice della sostenibilità grazie all’arte urbana
Torino, 13 Luglio 2020 ore 16:41

TOward2030. What are you doing? è un progetto ideato da Lavazza e dalla Città di Torino per diffondere la cultura della sostenibilità attraverso la street art.

I Sustainable Development Goals

Sono nate con questo intento le 18 opere murali ispirate agli obiettivi di sviluppo sostenibile, i Sustainable Development Goals elaborati dall’ONU.

Si tratta di 17 obiettivi di sviluppo sostenibile più il Goal Zero, pensato da Lavazza per divulgare gli obiettivi stessi. Torino è la prima città al mondo a farsi ambasciatrice dei Goal declinandoli in segni tangibili sul territorio. I muri di Torino si sono infatti colorati di messaggi positivi e di impegno responsabile, interpretando e dando forma agli delle Nazioni Unite in una chiave contemporanea. Francesca Lavazza, Membro del Board del Gruppo Lavazza, commenta

 Questo progetto, fortemente voluto da Lavazza insieme al Comune di Torino, parla il linguaggio immediato e universale della street art con l’obiettivo di smuovere le persone, soprattutto i più giovani, a diventare protagonisti di una rivoluzione positiva. È così un’intera città, la nostra Torino, a farsi megafono dell’urgenza di trasformare il pianeta in un luogo più sostenibile.

goal2030

Una doppia mostra visitabile fino al 17 gennaio

Le opere, realizzate da artisti di punta della urban art internazionale, sono raccontate in una duplice mostra ospitata dai Musei Reali nello Spazio Confronti della Galleria Sabauda e nei Giardini Reali. Una scelta, quella di usare anche uno spazio museale, che non snatura affatto il progetto, infatti, come osserva Enrica Pagella, Direttrice dei Musei Reali

La parola museo non designa solo un edificio per la conservazione di oggetti, ma un luogo di accoglienza e memoria dell’attività artistica dell’uomo in ogni forma, dove persone di tutte le provenienze possono trovare ispirazione a partire dall’esperienza del presente e del passato. Il lavoro degli street artist selezionati per TOward2030 sugli obiettivi di sviluppo sostenibile risponde quindi alla missione dei Musei Reali e induce a riflettere sulla potenza disvelatrice dell’arte, oggi come nel passato, e sulla inesauribile attualità della pittura fatta di gesto e di materia.

La mostra dedicata al progetto TOward2030 è a cura di Roberto Mastroianni e Filippo Masino. Il percorso espositivo, ricco di fotografie e filmati degli artisti al lavoro, è allestita nello Spazio Confronti della Galleria Sabauda di Torino, mentre nel Boschetto dei Giardini Reali sono riproposti gli scatti delle 18 opere di arte urbana.

Il contributo di Martha Cooper

L’esposizione raccoglie anche le immagini di Martha Cooper, fotografa statunitense e figura simbolo della urban art. Cooper offre ai visitatori uno sguardo da dentro il mondo dei graffiti, documentando il processo di realizzazione dei murales. Gli scatti sono accompagnati da un’approfondita intervista alla fotografa, a cui si aggiungono le analisi di Enrico Giovannini, portavoce di ASviS, di Michele Mariani, Executive Creative Director di Armando Testa, Roberto Mastroianni, filosofo, critico d’arte, curatore e le parole degli artisti.

A spasso per la città

Per coinvolgere il pubblico e rendere protagoniste le 18 opere murali inserite nel contesto urbano saranno inoltre previsti tour guidati in partenza dalla Nuvola Lavazza. L’iniziativa è inserita nel programma di Torino a Cielo Aperto.

4 foto Sfoglia la gallery

(Credits Photo: Andrea Guermani)

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità