TORINO

Voleva la sua dose, ma si prende solo un sellino da bici in testa

L'aggressore fugge in bici ingoiando la droga, ma viene fermato dalla polizia.

Voleva la sua dose, ma si prende solo un sellino da bici in testa
Torino, 09 Luglio 2020 ore 15:32

L’8 luglio 2020, dopo le tre del mattino, all’angolo di via Sempione con via Cherubini, un uomo si aggira per strada con una ferita alla testa, a notarlo è proprio la polizia.

Aggressore in bicicletta

L’uomo non perde tempo indicando immediatamente agli agenti il suo aggressore che nel frattempo si è allontanato in bici verso piazza Respighi. Si tratta di un ventiquattrenne senegalese che prima di essere bloccato dalla polizia deglutisce un piccolo oggetto.

La ricostruzione dei fatti

Proprio questo dettaglio chiarisce tutta la dinamica dei fatti. Il diverbio era nato per una mancata consegna di droga. La vittima che aveva insistito per avere la sua dose, era stata colpita in testa dal pusher con il sellino della bicicletta.
Il ventiquattrenne è stato arrestato per spaccio e denunciato per lesioni personali, oltre che per aver fornito false generalità agli agenti della Squadra Volante.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità