Cronaca
Corso Principe Oddone

Violente aggressioni e clienti pregiudicati, la Questura chiude un bar

Durante una rapina un passante si è anche ritrovato con il setto nasale fratturato.

Violente aggressioni e clienti pregiudicati, la Questura chiude un bar
Cronaca Torino, 04 Agosto 2022 ore 17:11

Torino. Il Questore sospende la licenza di un Bar per 10 giorni.

Licenza sospesa a un bar

Nella mattina odierna, giovedì 4 agosto 2022, il Questore di Torino, ai sensi dell’art. 100 TULPS, ha sospeso la licenza di un bar, situato a Torino in Corso Principe Oddone, frequentato da numerosi avventori, italiani e stranieri, che rimarrà chiuso per giorni 10 con decorrenza a partire da oggi.

E’ il quarto locale a subire il provvedimento cautelare del Questore nel quartiere Aurora nel giro di due mesi, a dimostrazione che è sempre elevata l’attenzione della Questura verso i disagi rappresentati dai residenti.

I controlli

Il provvedimento è stato adottato al termine di una serie di controlli iniziati nello scorso mese di aprile da parte di personale del Commissariato “Dora Vanchiglia” in collaborazione con gli Agenti del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte, messi a disposizione della Questura per rinforzare il dispositivo di controllo del territorio.

Aggressioni tra clienti

Nei mesi scorsi all’interno del bar e nell’annesso dehor si sono consumate violente aggressioni tra avventori del bar: in particolare un avventore è stato individuato come l’autore delle gravi ferite procurate ad un passante durante una rapina. 

La vittima si è recata, successivamente all’intervento dei poliziotti, all'ospedale San Giovanni Bosco dove è stata dimessa con una prognosi di 25 giorni, per la frattura del setto nasale. Per l’aggressione subita ha sporto regolare denuncia presso il Commissariato Dora Vanchiglia.

Tenuto conto dei fatti accaduti nel locale, della presenza numerosa di persone pregiudicate, degli esposti presentati contro il locale in parola, il Questore ha ritenuto che il locale costituisca fonte di concreto e attuale pericolo per la sicurezza dei cittadini, dei consociati e dei clienti, con indubbi riflessi negativi sull’ordine pubblico.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter