social gogna

Utenti scatenati sul caso di Rivara, ma c’è anche chi invita al silenzio

Stanno comparendo durissimi commenti sotto il post dove Claudio Baima Poma annunciava il tragico gesto.

Utenti scatenati sul caso di Rivara, ma c’è anche chi invita al silenzio
Canavese, 21 Settembre 2020 ore 15:03

Sono già quasi 4.000 i commenti al post con cui Claudio Baima Poma annunciava il tragico gesto che è costata la vita al figlio undicenne.

Omicidio-suicidio di Rivara

Appena appresa la notizia di quanto accaduto, i social si sono scatenati sotto l’ultimo post di Claudio Baima Poma e sotto le diverse foto che lo ritraggono negli ultimi momenti spensierati in moto e al mare con il figlio. L’operaio di 47 anni, da tempo fortemente depresso, la scorsa notte ha sparato al bambino e poi si è ucciso.

Attacchi durissimi

L’uomo è accusato di essere un vigliacco, un cattivo padre, “Deve bruciare all’inferno” scrive qualcuno, “non ci sono giustificazioni” scrive qualcun altro. Come sempre in questi cosa il web si divide e c’è anche chi, senza giustificare il gesto, cerca di capirne i motivi “la depressione è capace di far compiere gesti inimmaginabili”, “chi non ne ha mai sofferto non può capire”, “era una persona che aveva bisogno di aiuto”. Altri ancora si stringono nel dolore della famiglia e si lasciano andare ad un semplice “riposa in pace”, infine, non mancano inviti al silenzio, alla riflessione e al rispetto.

 

 

 

 

Pignorata la villa del delitto Cogne

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità