BRICHERASIO

Truffatore 19enne deruba anziano di 50mila euro, si muoveva in taxi per essere insospettabile

E' stato bloccato dai Carabinieri prima di salire a bordo del taxi: con sè nello zaino la refurtiva appena sottratta

Truffatore 19enne deruba anziano di 50mila euro, si muoveva in taxi per essere insospettabile
Pubblicato:
Aggiornato:

Utilizzava un taxi per essere insospettabile ed eludere eventuali controlli delle Forze dell’Ordine. In questa occasione però, per il giovane presunto truffatore poco più che 19enne, è scattato l'arresto.

Truffa del finto Carabiniere

Un giovane sospettato di truffa è stato arrestato martedì 23 aprile 2024, a Bricherasio, dopo aver cercato di raggirare un anziano di 67 anni utilizzando la tattica del "sedicente Carabiniere". Il ragazzo, poco più che 19enne, utilizzava un taxi per sfuggire ai controlli delle Forze dell'Ordine, ma è stato fermato da Carabinieri che hanno scoperto la sua truffa.

La vicenda ha avuto inizio quando l'anziano è stato contattato da un presunto Carabiniere che lo ha avvertito di un presunto incidente causato da un familiare. Per evitare problemi legali, l'uomo avrebbe dovuto consegnare del denaro e/o dell'oro a un "incaricato" che sarebbe passato dalla sua abitazione.

Arrestato in flagranza

Il presunto truffatore è stato bloccato dai Carabinieri prima di salire a bordo del taxi, con sé aveva uno zaino contenente denaro, due orologi e monili d'oro appena ottenuti dall'anziano, per un valore di oltre 50mila euro. I militari hanno restituito il maltolto al legittimo proprietario.

Il giovane è stato arrestato in flagranza di reato per truffa.

Contrastare le truffe

E’ sempre alto l’impegno di tutta l’Arma dei Carabinieri nel contrastare il fenomeno delle truffe che vedono vittime una delle parti più fragili della popolazione: gli anziani. In una nota diramata lo scorso marzo dai Carabinieri del Comando Provinciale di Torino è inoltre stata segnalata, tra le altre, quella del cosiddetto ID SPOOFING.

Si tratta di una tecnica subdola che consente ai truffatori di effettuare chiamate telefoniche da numeri falsificati e mascherati da numeri delle Forze dell'Ordine. A tal proposito, i Carabinieri forniscono cinque consigli utili per proteggersi dalle truffe:

  • Diffidare degli sconosciuti e non fornire informazioni personali o finanziarie a persone sconosciute.
  • Verificare l'identità delle persone che si presentano improvvisamente a casa o tramite chiamate telefoniche, contattando immediatamente il 112.
  • Mantenere la calma e non agire di impulso in situazioni d'emergenza apparente, richiedendo sempre una conferma ufficiale contattando il 112.
  • Informare i familiari se si è vittime di una truffa e denunciare l'accaduto per facilitare le indagini.
  • Tenersi sempre informati sui nuovi metodi truffaldini utilizzati dai truffatori per essere preparati a riconoscerli.
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali