Menu
Cerca
Polizia Ferroviaria

Treni e stazioni del Piemonte al setaccio: oltre 700 controlli in un solo giorno

Più di cento agenti impiegati in contemporanea, ma solo tre i comportamenti illeciti perseguiti.

Treni e stazioni del Piemonte al setaccio: oltre 700 controlli in un solo giorno
Cronaca Torino, 17 Marzo 2021 ore 13:44

Stazioni e treni del Piemonte passati al setaccio da un “esercito” di poliziotti nella giornata dedicata alla sicurezza delle linee ferroviarie. Alla fine dell’imponente operazione sono stati tre gli indagati, su 776 persone controllate di cui 25 minorenni. Solo tre comportamenti illeciti su quasi 800 controlli non è male: si può interpretare con sommesso ottimismo questo risultato.

Trenta le stazioni “setacciate”

120 operatori impiegati in 30 stazioni ferroviarie e tre sanzioni accertate in ambito ferroviario. Questi i risultati del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta nell’àmbito della giornata di controlli organizzata a livello nazionale, su disposizione del Servizio Polizia Ferroviaria, per il contrasto dei comportamenti scorretti in ambito ferroviario (tra cui gli attraversamenti dei binari e la presenza in aree di servizio).

A Torino Porta Nuova gli agenti hanno multato un 35enne nigeriano per possesso di stupefacente. Durante i servizi straordinari congiunti con le Unità Cinofile della Questura di Torino, il cane poliziotto antidroga ha segnalato il ragazzo durante i controlli a campione. Accompagnato in ufficio gli sono state trovate addosso poche briciole di hashish, quasi sicuramente per uso personale, pertanto è stato sanzionato amministrativamente e il “fumo” sequestrato.

Una pistola calibro 4,5

Ad Asti un 19enne domiciliato presso il campo nomadi, è stato denunciato per attentato alla sicurezza dei trasporti. Gli operatori Polfer sono intervenuti su richiesta del capotreno di un treno regionale (Asti-Alessandria) per il danneggiamento di un finestrino. Un viaggiatore in particolare ha dichiarato di aver sentito, durante la fermata del convoglio, un forte rumore a cui è seguita la rottura del finestrino. La descrizione fornita dall’uomo di alcuni soggetti, presenti sulla banchina al momento dell’evento e fuggiti subito dopo, ha facilitato le ricerche da parte dei poliziotti. Congiuntamente alla Polizia Stradale di Nizza Monferrato, gli operatori Polfer sono infatti riusciti ad intercettare uno dei fuggitivi presso il campo nomadi cittadino. Fermato e controllato, il ragazzo ha confessato di aver rotto il finestrino sparando con una pistola calibro 4,5. E’ stato denunciato a piede libero per attentato alla sicurezza dei trasporti.

A Novi Ligure il personale Polfer ha arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti un 27enne marocchino, denunciato anche per violazione delle norme sul regolare soggiorno sul territorio nazionale. Controllato a bordo treno sulla tratta Genova-Torino, l’uomo, privo di documenti e senza fissa dimora, si è mostrato da subito nervoso e non collaborativo. Esteso il controllo al bagaglio al seguito, è stata rinvenuta sostanza stupefacente: un chilo e otto etti di hashish confezionato in sei panetti. Pertanto, lo straniero è stato arrestato e lo stupefacente sequestrato. Questi dunque i risultati dell’operazione che ha portato al setaccio di treni e stazioni del Piemonte da parte della Polizia ferroviaria.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli