Barriera di Milano

Tre energumeni violenti arrestati dai Carabinieri

Nei guai uno spacciatore africano, un picchiatore italiano e un peruviano geloso.

Tre energumeni violenti arrestati dai Carabinieri
Cronaca Torino, 19 Aprile 2021 ore 11:50

Tre energumeni violenti arrestati dai Carabinieri in diversi interventi. Ma in tutti e tre gli episodi la componente delle botte e delle reazioni spropositate fa da filo conduttore.

Spacciatore ingoia la droga

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale per contrastare i reati, i carabinieri hanno arrestato tre persone per detenzione di droga, lesioni e rapina. In particolare a Torino, quartiere Barriera Milano, è finito in manette un cittadino gabonese di 34 anni, irregolare in Italia, il quale fermato in strada per un controllo ha deglutito diverse dosi di stupefacente che nascondeva in bocca. Subito dopo ha tentato la fuga strattonando e tirando calci ai militari dell’Arma che lo hanno prontamente bloccato.

Rissa nel minimarket

Nel quartiere Madonna di Campagna, stessa sorte è toccata a un italiano di 49 anni che, dopo aver iniziato una lite per futili motivi con un cittadino del Bangladesh titolare di un negozio di generi alimentari, ha violentemente picchiato un cliente intervenuto in difesa del commerciante. L’immediato arrivo dei carabinieri del Nucleo Radiomobile, avvisati da diverse telefonate giunte al 112, ha permesso di bloccare il trentanovenne nei pressi della propria abitazione. Il cliente aggredito è stato accompagnato all’ospedale dove si trova tuttora ricoverato per accertamenti clinici a causa dei traumi riportati.

Il peruviano geloso

Infine nel Quartiere Barriera Milano, i carabinieri hanno arrestato un peruviano di 32 anni che in preda alla gelosia è entrato nella casa della sua ex-fidanzata e l’ha prima aggredita e poi rapinata del telefono cellulare. La vittima, nonostante profondamente scossa per l’accaduto, è riuscita ad avvisare il 112 e le "gazzelle" dell’Arma, prontamente intervenute, sono riuscite ad individuare e bloccare l’aggressore in strada. La donna, accompagnata all’ospedale, è stata dimessa con alcuni giorni di prognosi per le ferite riportate.

Sono quindi stati arrestati dai Carabinieri ed assicurati alla Giustizia questi tre energumeni violenti.