Menu
Cerca
Tre gli arresti

Tenta di vendere “fumo” a un poliziotto in borghese: preso spacciatore marocchino

In manette anche altri due stranieri: uno era ricercato, l'altro aveva 26 grammi di hashish e in tasca 180 euro in contanti di provenienza illecita.

Tenta di vendere “fumo” a un poliziotto in borghese: preso spacciatore marocchino
Cronaca Torino, 31 Marzo 2021 ore 12:09

Spacciatore marocchino cerca di vendere del “fumo” a un poliziotto in borghese: arrestato. Ha scelto il cliente sbagliato per piazzare le sue briciole di hashish questo pusher, incappando casualmente in un agente in borghese intento a controllare il territorio. E per lo straniero si sono aperte le porte del Commissariato prima, del carcere poi.

Vuoi fumare? Ah, no…

L’arresto è avvenuto in Piazza della Repubblica da parte di personale in abiti borghesi. Uno degli operatori veniva, infatti, avvicinato da un 27enne marocchino, che parlandogli in un ottimo italiano gli chiedeva più volte se volesse acquistare da lui del “fumo”: un pezzo piccolo a 10 euro, uno più grande a 20. L’agente si qualificava quindi quale appartenente alla Polizia di Stato e insieme ad altri due poliziotti componenti l’unità operativa traeva in arresto il pusher. Fra l’altro si trattava di un soggetto ben noto ai database delle forze dell’ordine per i suoi precedenti specifici: con sé, oltre ad alcuni grammi di hashish, aveva anche delle compresse di un farmaco oppiaceo detenuto illecitamente (serve la ricetta medica). E’ andata male quindi a questo spacciatore che cercava di vendere “fumo” a un poliziotto.

Altri due in manette

Ma il marocchino non è stato l’unico a finire nella rete della Polizia. Nelle stesse ore un senegalese di 29 anni (ricercato per una condanna di 5 mesi di carcere) girava in taxi ed era stato notato da alcuni agenti per il suo fare circospetto. L’uomo, fermato, aveva cercato di darsi alla fuga colpendo al petto uno degli agenti ma è stato immediatamente raggiunto e bloccato. A casa sua, debitamente perquisita, i poliziotti hanno rinvenuto 1.500 euro nascosti fra gli indumenti nell’armadio, denaro sequestrato in quanto di probabile provenienza illecita.

Infine, l’ultimo arresto riguarda un 40enne marocchino, irregolare sul territorio nazionale, che, vista transitare la pattuglia del Commissariato Centro in corso Regina Margherita angolo via Orfane, ha cercato di disfarsi di un involucro contenente 26 grammi di “fumo”. Gli agenti hanno notato il tutto, così hanno dapprima fermato il quarantenne e successivamente recuperato lo stupefacente. A suo carico sono stati sequestrati anche 180 euro cash di probabile provenienza illecita, considerato che lo stesso non svolge alcuna attività lavorativa.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli