Un fermato

Stazione Porta Nuova: la manifestazione "No Green Pass" è un vero flop

Il Viminale aveva annunciato: “Non verrà tollerata alcuna interruzione di pubblico servizio”.

Stazione Porta Nuova: la manifestazione "No Green Pass" è un vero flop
Cronaca Torino, 01 Settembre 2021 ore 16:38

La manifestazione dei "No Green Pass" indetta per oggi, mercoledì 1 settembre 2021, a Porta Nuova, è un vero flop. Dovevano essere tantissime le persone a manifestare e, invece, erano solo circa una quarantina. E ad attenderli c'erano solo giornalisti e forze dell'ordine.

La composizione del gruppo "No Green Pass"

Torino Porta Nuova era nell’elenco delle 54 stazioni italiani che avrrebbero dovuto essere oggetto delle proteste dei "No Green Pass". Il gruppo dei manifestanti si è diviso a sua volta in due gruppi "pacifici": uno abbastanza grande e uno un po' più piccolo.

L'obiettivo della manifestazione

L'obiettivo degli organizzatori della manifestazione era quello di far sentire la propria voce nelle piazze e nei punti nevralgici delle città, come le stazioni appunto, dove, per accedere ad alcuni servizi, è necessaria "la carta verde".Il tutto è stato organizzato tramite la nota chat Telegram e anche attraverso una serie di locandine come "Non ci fanno partire con il treno senza il passaporto schiavitù? Allora non partirà nessuno!".

Il Viminale

Ieri, riguardo il tema delle manifestazioni odierne, è intervenuto il Viminale che ha ribadito con forza:

“Non verrà tollerata alcuna interruzione di pubblico servizio”.

Chiusi due ingressi della stazione

Per evitare grossi disordini, le forze dell'ordine hanno deciso di chiudere due degli ingressi della stazione: quello da corso Vittorio e da via Nizza, lasciando aperto solamente quello di via Sacchi.

Per arrivare ai binari e prendere il treno, è necessario quindi attraversare ben due varchi dove bisogna esibire il "certificato verde". Solo successivamente, sarà possibile accedere al mezzo e partire.

Un fermato

Un manifestante sprovvisto di certificazione verde si è opposto al divieto di ingresso impostogli dagli agenti della Polizia presenti anche in borghese, prendendoli a calci e spintoni: per questo è stato fermato per resistenza a pubblico ufficiale.