Menu
Cerca
Allarme "banlieu"

Spaccio in Barriera di Milano, residenti e negozianti chiedono una soluzione definitiva

L'appoggio dell'associazione di volontariato Torino Tricolore per cercare di risolvere il problema della microcriminalità nel quartiere.

Spaccio in Barriera di Milano, residenti e negozianti chiedono una soluzione definitiva
Cronaca Torino, 11 Marzo 2021 ore 10:23

Degrado, spaccio e troppi nullafacenti (spesso immigrati) in età da lavoro in giro a bighellonare in Barriera di Milano. Cosa stanno facendo, di cosa si occupano? Come riescono a campare? Domande che restano quasi sempre senza risposta.

Possibili attività illecite

Ma alcuni residenti e commercianti del quartiere Barriera Milano hanno segnalato possibili attività illecite, come ad esempio lo spaccio di droga. Gli attivisti dell’associazione Torino Tricolore, già presenti in azioni di volontariato come la pulizia dei parchetti e la distribuzione di generi alimentari ai bisognosi, si sono detti disponibili ad appoggiare questa protesta. Così il portavoce Matteo Rossino:

“Abbiamo incontrato residenti e commercianti in Barriera di Milano, in particolare nella zona di via Martorelli, dopo essere stati contattati per i crescenti problemi di spaccio, furti e aggressioni. Commercianti e residenti di quella zona ci hanno contattato per chiedere aiuto, per aiutarli a fare fronte. Li abbiamo incontrati e ci hanno raccontato come questa parte di Barriera, fino a qualche tempo fa vivibile e libera dalla criminalità, stia diventando sempre più ritrovo per spacciatori e balordi”.

Vicino alle due scuole

Uno dei problemi più grossi è che in quelle vicinanze ci sono due scuole (una elementare e una media) e quindi i ragazzini sarebbero costretti (abituati) a convivere con scene e personaggi non certo edificanti. Ancora Rossino:

“Non accetteremo che anche in questa parte di Barriera, oltretutto in corrispondenza di due scuole, dilaghi il degrado come in altre zone del quartiere. Siamo pronti a schierarci con i residenti e i commercianti di via Martorelli. Se gli spacciatori vogliono allargarsi in questa zona, ci troveranno pronti a difenderla”.

Continua quindi il dibattito sul quartiere forse più “popolare” di Torino: la Barriera, recentemente balzata agli onori della cronaca per la decisione di far pattugliare l’esercito e di aumentare il controllo con videocamere. L’obiettivo di Istituzioni e Forze dell’Ordine è proprio quello di combattere la microcriminalità, ma non sempre ci si riesce. E i cittadini se ne accorgono…

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli