La tragedia

Sorelle gemelle ritrovate morte in casa, indagini in corso I VIDEO

I carabinieri indagano sul dramma che è stato scoperto in un'abitazione della provincia di Torino.

Cronaca Val Susa, 26 Maggio 2020 ore 18:53

Due sorelle gemelle sono state ritrovate senza vita nella loro abitazione. La macabra scoperta nel pomeriggio di martedì 26 maggio, indagano i carabinieri.

Ritrovate morte in casa

Appartengono a due donne, classe 1954, i cadaveri ormai in avanzato stato di decomposizione che i carabinieri hanno rinvenuto nel pomeriggio di oggi, martedì 26 maggio 2020, in un’abitazione privata di via Susa 27, a Bussoleno.

L’allarme

E’ stata una donna ad allertare le forze dell’ordine raccontando di non vedere più, ormai da diversi mesi, le sue due vicine di casa. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, insieme all’aiuto dei vigili del fuoco del comando provinciale, sono riusciti a entrare nell’abitazione e a fare la macabra scoperta. Una delle due donne che abitavano l’edificio era morta.

Le ricerche del secondo corpo

Quando i militari sono intervenuti sul posto hanno trovato soltanto uno dei due corpi senza vita. Il primo è stato individuato riverso a terra nella stanza da letto. Immediatamente sono scattate le ricerche per accertare la presenza anche di un secondo corpo. Quest’ultimo è stato ritrovato, alcuni minuti dopo, supino a terra nei locali della cucina dell’abitazione.

I militari dell’Arma dei carabinieri del comando provinciale di Torino stanno effettuando tutti i rilievi del caso per accertarne l’eventuale presenza all’interno della proprietà. Sulla scena del ritrovamento si è diretto anche il Colonnello Francesco Rizzo, comandante provinciale dell’Arma.

Spetta ai rilievi dei carabinieri della sezione investigazioni scientifiche del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino e alle relazioni del medico legale chiarire le circostanze della morte delle due donne.

 

La villetta era in totale stato di abbandono. E’ stata ritrovata in disordine e anche la cassetta delle lettere era piena di corrispondenza. L’abitazione è stata posta sotto sequestro.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità