Doppia vita

Si prostituisce per sfamare i due figli e viene ricattata

Un 58enne estorceva alla donna denaro e prestazioni sessuali con la minaccia di raccontare tutto al capo della mensa aziendale presso cui è impiegata.

Si prostituisce per sfamare i due figli e viene ricattata
Torino, 11 Agosto 2020 ore 11:49

Una madre – impiegata in una mensa aziendale che “arrotondava” come prostituta per mantenere in due figli – è stata ricattata da un 58enne torinese che pretendeva denaro e favori sessuali per non rivelare la sua doppia vita.

Il ricatto

La settimana scorsa, un 58enne di Torino è stato arresto dai Carabinieri di Nichelino per le continue minacce nei confronti di una prostituta di rivelare l’attività della donna al suo datore di lavoro. In cambio pretendeva denaro e favori sessuali. La donna, che pur lavora presso una mensa aziendale, aveva deciso di “arrotondare” lo stipendio per mantenere i suoi due figli ma ha incontrato sulla sua strada un uomo che, appresa la sua situazione lavorativa, ha iniziato a minacciarla di rivelare tutto al titolare dell’azienda, pretendendo in cambio del denaro e prestazioni sessuali.

Arrestato

Dopo aver ceduto al ricatto ed avergli consegnato alcune somme di denaro, le richieste si erano fatte sempre più pressanti e, pertanto, la donna aveva deciso di raccontare tutto ai Carabinieri che così si sono fatti trovare all’appuntamento con l’uomo per la consegna del denaro. Per lui sono scattate le manette per estorsione e l’accompagnamento in carcere a Torino.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità