Sulla Linea 10

Scippo sul tram: nordafricano strappa la collana a una donna ma c'è lì un poliziotto fuori servizio

Alla fermata San Marino il delinquente ha strappato con violenza la catenina dal collo di una ignara passeggera.

Scippo sul tram: nordafricano strappa la collana a una donna ma c'è lì un poliziotto fuori servizio
Cronaca Torino, 02 Aprile 2021 ore 12:51

Scippo con strappo sul tram: un poliziotto fuori servizio se ne accorge e acciuffa il delinquente.

Nei giorni scorsi una donna era tranquillamente seduta a bordo del tram 10 quando, in corrispondenza della fermata in via San Marino, si vede strappare di dosso con violenza la collanina in oro. Lo sfrontato delinquente è un giovanissimo ragazzo nordafricano che poi scende precipitosamente dal mezzo pubblico. La donna gli corre dietro urlando e, in quei momenti concitati, un agente della Polizia di Stato del Commissariato Mirafiori che stava rincasando in borghese si accorge che è appena successo qualcosa. La donna grida “al ladro, al ladro” e il poliziotto non esita un istante sul da farsi: si mette all’inseguimento del fuggitivo, che da via Buenos Aires svolta in Corso Unione Sovietica.

Rocambolesca fuga da film

Il malfattore si introduce all’interno di un portone condominiale e cerca di arrampicarsi su per una grondaia, sul tetto di un box; sembra una di quelle sequenze da film mozzafiato con inseguimenti a piedi nei vicoli... Fatto sta che lo straniero trova rifugio poco dopo all’interno di un locale adibito a cantina posto in un luogo sotterraneo del condominio, dove si accovaccia per non essere visto. Ma il poliziotto lo ha notato e, qualificandosi nuovamente, lo invita ad uscire dal nascondiglio. A questo punto, ne nasce una colluttazione: lo scippatore non vuole proprio saperne di arrendersi.  Tenta di fare un balzo su un muretto divisorio dello stabile per trovare scampo e in questa circostanza colpisce un paio di volte il poliziotto con dei calci per liberarsene. Durante questa mezza rissa, danneggia anche il cofano di un’autovettura parcheggiata.

Poi arrivano i rinforzi

Poi, come sempre accade, arrivano i rinforzi (in questo caso una pattuglia della Squadra Volante) e si comincia a perlustrare un po' tutti i dintorni. Quando gli agenti arrivano alle scale dei condomini, vedono chiaramente il giovane, trafelato e grondante di sudore, per le scale che con aria indifferente finge di voler entrare in uno degli appartamenti, come se abitasse lì. Insomma faceva lo gnorri: "Io? Non c'entro niente...". I poliziotti non cadono nel suo stratagemma: il giovane, maghrebino di 22 anni con piccoli precedenti penali, viene arrestato per rapina e per le lesioni procurate al poliziotto che lo inseguiva (il quale ha riportato delle contusioni al torace ed alla spalla e alla gamba sinistri per 5 giorni di prognosi).