In quattro nei guai

Rolex e fuoriserie, case, quadri e una maglia-cimelio di Michael Jordan sequestrati al bancario truffaldino

La Procura di Biella ha disposto sequestri per circa dieci milioni di euro; la banca potrebbe presentarsi come parte lesa al processo.

Rolex e fuoriserie, case, quadri e una maglia-cimelio di Michael Jordan sequestrati al bancario truffaldino
Cronaca Torino, 13 Aprile 2021 ore 09:59

Rolex e fuoriserie, case e capannoni, quadri d'autore e soldi in contanti: sono solo parte dei bottini sequestrati. Si allarga a macchia d'olio su tutto il territorio piemontese l'indagine sul bancario "infedele" di Banca Sella e sui suoi tre complici che si appropriavano ingiustamente di profitti destinati ai clienti. Gli indagati, come riporta il portale di cronaca e informazione online PrimaBiella, avrebbero fatto sparire circa dieci milioni di euro. Subito re-investiti in terreni, case e auto super-lusso (nella foto, una Porsche Carrera sequestrata).

Due arrestati e due no

Dei quattro destinatari del provvedimento giudiziario, due sono stati colpiti da misura cautelare personale (ovvero uno è finito in carcere e uno agli arresti domiciliari) mentre nei confronti di tutti è stato disposto il sequestro preventivo di beni per esattamente 9.835.133 euro. Pesanti le accuse: i quattro, secondo la tesi della Procura, vanno perseguiti per circonvenzione d’incapace, appropriazione indebita, furto pluriaggravato e riciclaggio. In buona sostanza cosa facevano questi furbetti dei conti correnti: si guadagnavano la fiducia dei clienti della banca (che a questo punto potrebbe anche presentarsi come parte lesa in sede di giudizio) e proponevano investimenti o accantonamenti. Il loro lavoro consiste proprio in questo: consigliare i correntisti per far fruttare meglio il denaro di ciascuno. Quindi titoli, obbligazioni, giroconti bancari, movimenti di denaro e profitti dilazionati. Insomma, il "gioco" della finanza che quando è lecito permette giusti guadagni. Ma quando i movimenti sono fittizi o, peggio, illeciti sconfinano nel Codice Penale oltre a provocare danno ad altri. Come, secondo la tesi accusatoria, in questo caso.

Lamborghini da sogno

Le indagini hanno permesso di accertare movimenti cash avvenuti mediante transazioni finanziarie di denaro, indicate genericamente come “bonifici” disposte dal bancario infedele a favore degli altri indagati, tutte addebitate sui conti correnti delle vittime. Che si vedevano "risucchiare" soldi dal conto o introitavano meno profitti di quanto era previsto proprio perché parte del denaro veniva deviato ai manigoldi. I soldi illecitamente accantonati erano usati per l’acquisto di immobili, super-car, opere d’arte e gioielli. Il provvedimento di sequestro preventivo ha ad oggetto 10 immobili nelle province di Biella e Torino, 20 autoveicoli (fra cui una Lamborghini Gallardo da sogno del costo di 150mila euro) e svariate moto. A far da contorno: cinque appartamenti a Biella, Sestriere e Torino; due capannoni a Vigliano; tre appezzamenti di terreno agricolo; ben 37 fra auto e moto; orologi Rolex e una maglia-cimelio di Michael Jordan; soldi in contanti o su conti correnti per circa tre milioni di euro di liquidità. Insomma, davvero un bel gruzzolo.