pont canavese

Riscaldamento a gas difettoso in chiesa: quaranta intossicati dal monossido durante la Veglia di Pasqua

I fedeli sono stati portati negli ospedali di Ivrea, Cirié, Cuorgné e Chivasso

Riscaldamento a gas difettoso in chiesa: quaranta intossicati dal monossido durante la Veglia di Pasqua
Pubblicato:

Vanno a messa per la Veglia di Pasqua e finiscono in ospedale per aver inalato monossido di carbonio. E' successo sabato sera, 30 marzo 2024, nella chiesa di San Costanzo a Pont Canavese.

Intossicati a messa

Come riporta Prima il Canavese, il bilancio è di circa 40 fedeli rimasti intossicati a messa. Secondo i vigili del fuoco accorsi sul posto e in base ai primi accertamenti la causa potrebbe essere una perdita di gas della caldaia.

I fatti

Nella serata di sabato 30 marzo 2024, intorno alle 21.30, durante la celebrazione religiosa nella chiesa di San Costano a Pont Canavese, alcuni fedeli si sono sentiti male accusando difficoltà respiratorie. Tra gli intossicati il parroco don Aldo Vallero e diversi minori tra cui anche un bambino ancora in tenera età. Immediati i soccorsi: i fedeli sono stati portati negli ospedali di Ivrea, Cirié, Cuorgné e Chivasso. Nessuno è in pericolo di vita.

La fuga di gas

Stando ai primi accertamenti la causa sarebbe una fuga di monossido di carbonio per un malfunzionamento della caldaia. La chiesa di San Costanzo è stata immediatamente chiusa e le celebrazioni di Pasqua spostate nella chiesa di San Francesco.

 

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali