Ecologia & Ambiente

Quintali di rifiuti lungo il fiume Dora: multate due aziende

Intervento dei Vigili e delle Guardie ecologiche, comminate sanzioni da 6.500 euro

Quintali di rifiuti lungo il fiume Dora: multate due aziende
Cronaca Torino, 27 Gennaio 2021 ore 11:52

Una montagna di rifiuti buttati via lungo le sponde del fiume Dora, come se fosse una mega-pattumiera a cielo aperto. Sono intervenuti i vigili ed hanno provveduto a multare le ditte responsabili dello scempio ambientale.

Grazie alle Guardie ecologiche

Il merito della segnalazione va attribuito alle Guardie ecologiche volontarie, che si sono accorte di quella discarica abusiva in pieno sfregio della bellezza naturale del luogo. Hanno quindi avvertito la Polizia Municipale che ha dato corso alle indagini. Nel contempo, addetti del Comune hanno provveduto a rimuovere i rifiuti usando un “ragno” e relativo container. Non disponevano dell’autorizzazione allo smaltimento e ha abbandonato alcune decine di metri cubi di rifiuti non pericolosi in modo del tutto illegale sulla sponda destra della Dora a Torino le ditte denunciate all’autorità giudiziaria dalla Polizia locale metropolitana. La notifica è avvenuta lunedì 25 gennaio. Il personale della Polizia metropolitana è intervenuto per verificare il ripristino dello stato dei luoghi.

Sono due le imprese nei guai

Gli agenti della Polizia Metropolitana sono riusciti ad individuare sia la società che aveva prodotto i rifiuti sia quella che li aveva abbandonati in riva alla Dora. Le ditte sono state denunciate in concorso all’autorità giudiziaria e dovranno pagare una contravvenzione di 6.500 euro ciascuna, oltre ad accollarsi le spese per il ripristino dello stato dei luoghi. In caso contrario dovranno subire un processo per il reato di abbandono di rifiuti. I rifiuti (non pericolosi per fortuna) recuperati in riva alla Dora sono stati avviati alle operazioni di recupero in un impianto specializzato in possesso dell’autorizzazione ambientale rilasciata dalla Città Metropolitana di Torino.

Soddisfatti Marocco e la Azzarà

Il vicesindaco Marco Marocco e la consigliera comunale Barbara Azzarà, titolare della delega al’Ambiente, hanno espresso la loro soddisfazione:

“Le Guardie ecologiche e la Polizia Metropolitana continuano in tutto il territorio di Torino il monitoraggio per verificare che non si ripetano abbandoni abusivi di rifiuti. In questa come in altre operazioni si rivela essenziale la collaborazione e la sinergia tra la Polizia locale metropolitana e le Guardie Ecologiche Volontarie, a cui il nostro Ente deve riconoscenza e considerazione per l’impegno profuso”.

Nella speranza che la pessima abitudine di abbandonare rifiuti, soprattutto lungo fiume come la Dora, finalmente possa diventare un lontano ricordo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli