Menu
Cerca
In stazione

Porta Nuova: parcheggiatore abusivo arrestato per estorsione ai danni di una ragazza

Il balordo, un immigrato, voleva i soldi per "custodire" la vettura della giovane. Che ha coraggiosamente rifiutato e l'ha denunciato alla Polfer.

Porta Nuova: parcheggiatore abusivo arrestato per estorsione ai danni di una ragazza
Cronaca Torino, 11 Marzo 2021 ore 12:01

Parcheggiatore abusivo arrestato per estorsione. Intemperanze e reati commessi da balordi: il mattinale della Questura snocciola sempre il suo rosario di interventi. Stavolta, però, un fatto si rivela più grave degli altri perché fa sconfinare l’attività di illecita questua in vera e propria estorsione. Che è un crimine molto grave. I fatti avvengono nei pressi della stazione ferroviaria di Porta Nuova.

Posteggiatore (abusivo) o estorsore?

Gli agenti in servizio della Polizia Ferroviaria hanno arrestato uno straniero per tentata estorsione ai danni di una giovane donna alla stazione Porta Nuova. L’uomo, proponendosi come parcheggiatore (abusivo però) nei posteggi antistanti alla stazione ferroviaria, si è avvicinato alla donna che aveva appena parcheggiato la propria autovettura, chiedendole del denaro in cambio della custodia della sua auto: “Te la curo io bene, dammi un po’ di soldi“. Ovviamente il timore di chiunque è che, se non si paga questo “pizzo”, al ritorno si ritroverà l’auto magari rigata o (peggio) con una gomma buca. In ogni caso, al netto rifiuto opposto da parte della coraggiosa ragazza, lo stesso ha continuato ad insistere apostrofandola con insulti (perfino razzisti) e minacciando di distruggere l’auto. La segnalazione tempestiva della vittima agli agenti della Polizia Ferroviaria impegnati nei controlli all’interno della stazione, ha consentito di rintracciare immediatamente  l’uomo, che si trovava ancora presso il parcheggio. Accompagnato in ufficio per gli accertamenti di rito, il soggetto è stato arrestato per tentata estorsione e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria  in attesa del rito  direttissimo.

Il ladro marocchino di via Nizza

Il parcheggiatore abusivo accusato di estorsione, dunque, ma non solo. Nel pomeriggio della stessa giornata gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato anche un’altra persona per tentato furto. In questa circostanza un ragazzo ha asportato da un negozio di elettronica di via Nizza un mini tre piedi. Ha danneggiato la confezione nascondendo la refurtiva nei jeans all’altezza dell’inguine. La scena è stata però notata da un addetto alla sicurezza che lo ha inseguito e fermato una volta uscito dal negozio. Si tratta di un immigrato 27enne del Marocco pluripregiudicato con a carico un Ordine del Questore di lasciare il Territorio Nazionale e il Divieto di dimora nei comuni di Imperia e Torino valido fino a novembre 2023. Ciononostante, se ne frega altamente e continua non solo a farsi trovare dove gli è proibito, ma anche a delinquere senza remore.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli