Cronaca
Alla dogana di Modane (Francia)

Il doppio fondo funziona ancora: pensionato fermato con 60 chili di hashish in auto

Determinante in questo caso è stato il controllo effettuato dall’unità cinofila.

Il doppio fondo funziona ancora: pensionato fermato con 60 chili di hashish in auto
Cronaca Torino, 04 Maggio 2022 ore 09:45

Grazie alla cooperazione tra forze di polizia italiane e francesi presenti presso il  Centro di Cooperazione Polizia Dogana (CCPD) -  Modane (Francia), nei giorni scorsi sono stati individuati e posti sotto sequestro undici chilogrammi di cocaina. La tecnica utilizzata è quasi sempre la stessa, un doppio fondo ricavato sotto il sedile del conducente all’interno delle autovetture.

Il "body packer"

Fermato inoltre sul TGV Parigi – Milano, un passeggero  nigeriano che aveva ingerito ben 43 ovuli contenenti cocaina per un peso complessivo di 640 grammi. A seguito di un test sulle urine risultato positivo alla cocaina infatti, ulteriori accertamenti ospedalieri hanno confermato che si trattasse di un vero e proprio “body packer”.

Dalla Spagna a Torino con 60 chili di hashish

Un pensionato che viaggiava dalla Spagna verso Torino trasportava all’interno di un’autovettura numerosi pacchi contenenti hashish per un totale di 60 chilogrammi.

La droga che era occultata in due doppi fondi ricavati sotto i sedili posteriori e del conducente, era nascosta da un ingente quantitativo di casse di arance ed altri prodotti. Determinante in questo caso è stato il controllo effettuato dall’unità cinofila.

I controlli doganali

Questi e molti altri sono i risultati conseguiti recentemente dal Centro di Cooperazione Polizia Dogana (CCPD) Modane (Francia) che attraverso un diretto e costante scambio di informazioni, tra le forze di polizia e dogane italiane e francesi garantisce risultati di assoluto rilievo. Il Centro è composto dalle forze di polizia che operano in sinergia per lo scambio in tempo reale di informazioni in tema di cooperazione transfrontaliera, criminalità internazionale, tratta di esseri umani, immigrazione clandestina, droga, furti auto, terrorismo, ma anche per motivi di protezione civile, incendi boschivi, transiti tifosi calcio.

Recentemente l’attività d’intelligence ha registrato un sensibile aumento degli acquisti di droga effettuati tramite siti internet. I venditori sempre più spesso infatti, recapitano le sostanze stupefacenti tramite corrieri privati o nascoste nella corrispondenza postale proveniente soprattutto dall’Olanda e destinata a persone anche minorenni residenti nel nostro paese.

Ingenti quantitativi di droga confiscati

Nel 2021 sono stati confiscati ben 71 chilogrammi di cannabis, 1 chilogrammo di eroina, 1974 cristalli di metanfetamine, 1110 pasticche di ecstasy, 2 chilogrammi di DMT (droga psichedelica che produce intense allucinazioni visive ed uditive), 2,3 chilogrammi di Armina, 2 chilogrammi di Ketamina, 1 chilogrammo di mitraginina (comunemente nota come Kratom, pericoloso oppioide)  e 12 litri di GBL.

Ogni giorno migliaia di persone entrano ed escono dal nostro Paese attraverso i molteplici valichi stradali e ferroviari situati al confine tra Italia e Francia: lavoratori, trasportatori di merci, turisti, ma anche migranti irregolari. Un confine lungo 515 chilometri in cui il presidio di ADM, in sinergia con le forze di polizia e con il supporto delle unità cinofile, si rivela determinante per la tutela dei cittadini e della salute pubblica.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter