Menu
Cerca
Candiolo

Operaio morto sul lavoro: lunedì 4 ore di sciopero e presidio davanti alla Prefettura di Torino

L'ennesima tragedia sul lavoro che pone nuovamente in primo piano il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Operaio morto sul lavoro: lunedì 4 ore di sciopero e presidio davanti alla Prefettura di Torino
Cronaca Torino, 28 Aprile 2021 ore 09:59

Operaio morto sul lavoro, i sindacati proclamano quattro ore di sciopero per la giornata di lunedì 3 maggio 2021 con presidio davanti alla Prefettura di Torino.

Operaio morto sul lavoro, i sindacati proclamano quattro ore di sciopero

Nella mattina di ieri un lavoratore di 56 anni ha perso la vita schiacciato da delle lamiere mentre stava lavorando. L’ennesima tragedia sul lavoro che pone nuovamente in primo piano il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, soprattutto in campo edile e che non poteva non scatenare la reazione dei sindacati che hanno proclamato quattro ore di sciopero per il prossimo lunedì 3 maggio.

“Quanto successo è la conferma della pericolosità del nostro settore lavorativo” a dirlo sono i Segretari Generali di Fillea CGIL Marco Bosio, Filca Cisl Gerlando Castelli e Feneal Uil Claudio Papa, l’edilizia è uno tra i comparti con la più alta percentuale di infortuni gravi e mortali.

Riteniamo che esista un problema culturale rispetto la formazione sulla tutela della salute e sicurezza, tant’è che oggi diventare Datori di lavoro non comporta nessun obbligo formativo per gli stessi; questa carenza porta a sottovalutare, talvolta, anche l’applicazione degli obblighi datoriali previsti dal D.Lgs.81/2008 nei confronti dei propri dipendenti.
Sarebbe opportuno che le ISTITUZIONI preposte prevedessero una formazione OBBLIGATORIA per i Datori di Lavoro sui temi di Salute e Sicurezza , in particolar modo nei settori più a rischio come l’Edilizia.

Riteniamo, vista la cadenza quotidiana di infortuni gravi o mortali, che sia necessario affrontare la questione anche da un punto di vista culturale a partire dalle scuole dell’obbligo.

Facciamo appello alla Prefettura di Torino a cui ancora una volta risollecitiamo la convocazione del tavolo Prefettizio per individuare strategie di contrasto alla violazione delle norme, impegnandosi assieme a rinnovare il Protocollo Salute, Sicurezza e Regolarità del 2010.

Le autorità competenti accertino la dinamica dell’incidente e perseguano le eventuali responsabilità sull’accaduto”.

FILLEA CGIL ,FILCA CISL e FENEAL UIL proclamano quindi, come già detto, quattro ore di sciopero per il 3 maggio. Il presidio presso la sede della Prefettura di Torino sarà alle ore 10.