Menu
Cerca
San Salvario

Nella cucina del ristorante insetti morti e un uccello che svolazza: sequestrati oltre 65 chili di alimenti

Numerose le carenze igienico-sanitarie riscontrate all’interno dei locali della cucina.

Nella cucina del ristorante insetti morti e un uccello che svolazza: sequestrati oltre 65 chili di alimenti
Cronaca Torino, 07 Maggio 2021 ore 13:22

Torino: Volatile si aggira nelle cucine del locale. Oltre 66 chili di alimenti sequestrati in un ristorante di via Bidone.

Il controllo nel ristorante

Nella tarda mattinata di ieri, gli agenti del commissariato Barriera Nizza, coadiuvati da personale della Polizia Municipale – San Salvario e dell’ASL TO1 S.I.A.N, hanno controllato un locale di somministrazione in via Bidone.

Carenze igienico-sanitarie

Numerose le carenze igienico-sanitarie riscontrate all’interno dei locali della cucina, dove gli operatori hanno constatato la presenza di numerosi insetti privi di vita. Un volatile è stato invece trovato a girovagare tra gli alimenti e la superficie dei banchi adibiti alla lavorazione degli alimenti.

Alla luce dei fatti, sono stati sequestrati oltre 65 kg di alimenti, tra cui 20 kg di pesce, 16 kg di riso cotto e 14 kg di verdure miste.

Scarti derivati dalla lavorazione del cibo ricoprivano l’intero pavimento, notevole la presenza di sporco sia sulle pareti della cucina che nella parte superiore delle mensole, mentre un’affettatrice è stata rinvenuta all’interno del bagno, in prossimità dei sanitari.

Maxi sanzione e denuncia

Oltre 24.000 euro di sanzioni sono state elevate dalla Polizia Municipale – San Salvario e dal personale dell’ASL TO1 S.I.A.N, che ha intimato la chiusura immediata dei locali fino al completo ripristino degli stessi.

La titolare dell'attività, una donna di 41 anni di nazionalità peruviana. è stata denunciata per aver il cattivo stato di conservazione di alimenti destinati alla vendita e alla somministrazione al pubblico.

Ulteriori accertamenti

Sono in corso accertamenti sulla regolarità dell'assunzione dei dipendenti trovati in loco e sulla regolarità edilizia dei locali, in particolar modo della zona cucina, dove gli agenti della Polizia Municipale hanno dovuto interdire, per motivi di sicurezza a tutela dell'incolumità dei lavoratori, l'accesso a una copertura piana priva di parapetto di protezione, raggiungibile attraverso una porta finestra ubicata in cucina.