Cronaca
Corso Traiano

Nel garage 54 chili di droga, un arsenale e ritagli di articoli sulla 'ndrangheta: arrestato

In manette è finito un 31enne responsabile della detenzione illegale di diverse armi da fuoco e di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

Nel garage 54 chili di droga, un arsenale e ritagli di articoli sulla 'ndrangheta: arrestato
Cronaca Torino, 21 Ottobre 2021 ore 14:47

Nel tardo pomeriggio del 9 ottobre 2021, personale della Squadra Mobile di Torino ha arrestato un cittadino italiano, originario di Locri (RC), di 31 anni, responsabile della detenzione illegale di diverse armi da fuoco e di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

I movimenti sospetti

Gli investigatori avevano notato alcuni soggetti eseguire, a bordo di autovetture, manovre sospette nei pressi di alcuni box ubicati in questo corso Traiano. Avevano quindi eseguito specifici servizi di osservazione, che avevano consentito di scorgere più volte l’uomo entrare e sostare alcuni minuti all’interno di un box.

Ritenendo pertanto che all’interno del box potesse essere celato ulteriore materiale illecito, gli investigatori della Squadra Mobile hanno deciso di procedere alla perquisizione domiciliare del soggetto, estendendola al box in interesse, di cui il perquisito possedeva le chiavi di accesso.

54 chili di droga e un arsenale

All’interno del locale sono stati così rinvenuti e sequestrati circa 53 chili di hashish, 1 chilo di marijuana e numerose armi e munizioni, ovvero due fucili semiautomatici modello AKS 47 calibro 7,62, due fucili semiautomatici Beretta calibro 12, quattro fucili a canne sovrapposte, un fucile a pompa marca Mag-Tech modello 586.2 calibro 12, un fucile semiautomatico marca “FN” Brownig calibro 12, un fucile semiautomatico marca Beretta modello BM59, un fucile a canne giustapposte mozzate calibro 12, due pistole tipo revolver e due pistole semiautomatiche calibro 7,65, oltre a circa 200 munizioni e due granate a mano modello MK2 disinnescate.

Insieme alle armi, sono stati rinvenuti e sequestrati alcuni quotidiani di cronaca nera calabrese, riportanti datati fatti di sangue relativi a dinamiche criminali di tipo associativo, riconducibili alla ‘ndrangheta.

3 foto Sfoglia la gallery