Grugliasco

Mazze ferrate tra le angurie: “Al mercato comandiamo noi”

Raid punitivo per avere il controllo del facchinaggio al CAAT. Quattro arresti.

Mazze ferrate tra le angurie: “Al mercato comandiamo noi”
Cronaca Torino, 31 Luglio 2020 ore 09:14

Mazze ferrate tra le angurie: “Al mercato comandiamo noi”.

Mazze ferrate tra le angurie

Volevano avere il monopolio del servizio di facchinaggio al CAAT di Grugliasco e per arrivare all’obiettivo avevano pensato bene di aggredire e picchiare selvaggiamente (con mazze da baseball con punta chiodata e una spranga di ferro) due dipendenti di una ditta concorrente. 

Un anno di indagini

Era successo il 20 agosto 2019 all’interno del CAAT di Grugliasco, e questa mattina i carabinieri della Compagnia di Rivoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere – emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torino, su richiesta della locale Procura della Repubblica –  nei confronti di quattro egiziani, dipendenti di una ditta di facchinaggio. Si tratta di uomini tra i 24 e i 50 anni, responsabili a vario titolo di tentata estorsione in concorso, rapina aggravata in concorso, lesioni personali aggravate in concorso e illecita concorrenza con violenza o minaccia in concorso.  

Mandanti ed esecutori

Le indagini hanno consentito di identificare i mandanti e gli esecutori materiali del raid nei confronti di due egiziani, picchiati selvaggiamente fino a farli svenire (con prognosi di 35  e 60 giorni)  impiegati presso una ditta concorrente operante nel settore ortofrutticolo. 

“Posizione dominante”

L’obiettivo degli indagati era quello di ottenere una  posizione dominante nel suddetto settore, eliminando, o comunque, limitando fortemente la concorrenza. 

Altre intimidazioni

Sono state documentate anche altre intimidazioni, pedinamenti, minacce e il furto delle chiavi di un furgone ai danni delle vittime da parte degli indagati, avvenute dal mese di settembre 2019 al mese di giugno 2020.

 

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità