Commissariato Barriera di Milano

Marito violento e ubriaco spinge la moglie giù dalla scala

Una lunga scia di soprusi e maltrattamenti conclusa con l'arresto dell'uomo da parte della Polizia

Marito violento e ubriaco spinge la moglie giù dalla scala
Cronaca Torino, 11 Gennaio 2021 ore 14:16

Marito violento e ubriaco tenta di far cadere la moglie dalla scala. E’ solo l’ultimo (brutto) episodio di violenza domestica quello sul quale sono dovuti intervenire gli agenti della Polizia per salvare da peggiori conseguenze una donna maltrattata.

“Aiuto, venite a salvarmi”

Sono circa le 17 quando, dal portone di uno stabile in zona Barriera Milano, una donna telefona al Numero Unico di Emergenza (il 112). La poverina era appena scappata dalla propria abitazione dove il marito, un cittadino romeno di 49 anni, aveva tentato di aggredirla. Agli agenti del Commissariato Barriera Milano, giunti tempestivamente sul posto, la vittima racconta di una discussione avuta nel corso della mattinata con l’uomo, dovuta all’abuso di sostanze alcoliche da parte di quest’ultimo. “Non devi più bere in questo modo così esagerato” le avrebbe detto la donna. Al che lui, spesso ubriaco al punto da perdere il controllo, ha perso la testa. La donna era poi uscita subito per effettuare delle commissioni, ricevendo continue chiamate da parte del compagno che le chiedeva dove si trovasse. Al suo rientro non lo aveva trovato in casa, nel frattempo uscito per andare ancora a bere, ma le telefonate di controllo erano proseguite per alcune ore. Fino al pericoloso epilogo.

L’ha spinta giù dalla scala

Lo straniero si era poi ripresentato alla compagna in un completo stato di ubriachezza e dopo averle rivolto una serie di pesanti insulti, aveva provato a farla cadere dalla scala sulla quale si trovava per appendere delle tende. Solo per un caso fortunato la donna è riuscita a non perdere l’equilibrio, divincolandosi poi e riuscendo a fuggire. Non nuovo ad episodi di questo genere, la donna ha proseguito il proprio racconto negli uffici di via Botticelli dove ha riferito di giornate in cui era andata a lavoro e il 49enne l’aveva seguita di nascosto. A volte era obbligata ad effettuare delle videochiamate per dimostrargli dove si trovasse, senza contare le minacce e gli insulti anche gratuiti che spesso le rivolgeva. Fino a quando era stata costretta a richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine per proteggersi dal suo comportamento aggressivo. Il marito violento e ubriaco, con piccoli precedenti penali, è stato arrestato per maltrattamenti.

LEGGI ANCHE: Vaccini agli operatori delle ambulanze: campagna al via

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità